Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”

Le caratteristiche del tracciato di Misano non favorivano Marc Marquez, che ha rivelato di essere sul punto di arrendersi a metà gara, salvo poi proseguire in pista.

Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”

Per tutto il fine settimana Marc Marquez aveva dichiarato che la configurazione destrorsa del circuito di Misano non lo avrebbe aiutato e che non sarebbe mai stato allo stesso livello del Gran Premio di Aragon, dove ha lottato per la vittoria fino all’ultimo giro chiudendo secondo.

Questo sabato, il pilota Honda si era prefissato una top 5 come obiettivo e pensava che fosse buono finire nei primi dieci. Tuttavia, all’ultimo giro un sorpasso doppio su Jack Miller e Joan Mir gli ha permesso di chiudere la gara in quarta posizione: “È andata molto meglio di quanto mi aspettassi, sono molto contento. Non mi aspettavo questo tipo di gara, meno che mai fare quarto”.

Nella fase finale della gara, Marc è riuscito a dare la caccia a Miller, ma quando stava provando il sorpasso, Mir è arrivato molto velocemente per mettersi in lotta e superando il pilota Honda. Ma alla fine il campione in carica ha chiuso sesto e l’australiano quinto, con Marquez che è passato sulla linea del traguardo in quarta posizione: “L’ultimo sorpasso è stato merito di Mir, arrivava molto veloce e sapevo che sarebbe successo qualcosa lì. Ha superato Jack e sono andati larghi entrambi, quindi ne ho potuto approfittare”.

Tuttavia, due posizioni guadagnate in extremis non hanno fatto cambiare il quadro della situazione al catalano: “Per me era uguale finire quarto o sesto, non cambiava nulla. Ma la gara è stata molto meglio di quanto mi aspettassi. In alcuni giri ero alle spalle di Miller e ho rosicchiato qualche decimo girando in 1’32”7, quei giri sono valsi più dell’inizio della gara. All’inizio me la sono presa con moltissima calma, perché se avessi consumato troppo la gomma nuova avrei avuto una gara brutta”.

Leggi anche:

C’è stato poi un momento di sconforto durante la gara: “Mi ha superato un missile, che era Bastianini, e mi sono attaccato a lui. Siamo andati avanti a prendere quelli che ci precedevano, ho avuto una battaglia con Rins e sono contento. È stata una gara decente, senza esagerare, quindi è andata bene”.

È comunque curioso vedere un vincente come Marc che non dà importanza alle posizioni conquistate all’ultimo giro: “Dico che è uguale finire sesto o quarto in queste condizioni, perché per me oggi la cosa importante era essere costante per tutta la gara, senza esagerare all’inizio né soffrire alla fine. Ci sono riuscito. All’inizio forse ero anche troppo calmo, ma preferivo essere più indietro e conservare le gomme”.

Questa costanza però ha avuto un momento critico: “C’è stato un momento della gara in cui ero sul punto di arrendermi. Quando è caduto Rins sono andato un po’ largo e mi si è mossa molto la moto nelle curve veloci. Non ho potuto controllarla e sono andato fuori dalla pista, ma poi ho ristabilito la situazione e abbiamo fatto un passo in avanti. Come accaduto ieri, abbiamo capovolto la situazione. Oggi in gara ci sono stati alti e bassi, ma abbiamo potuto fare un buon lavoro”.

Martedì e mercoledi, Misano ospiterà due giorni di test ufficiali MotoGP in cui Marquez spera di portare avanti il lavoro per il 2022: “Di questa stagione, i test sono la cosa più importante. Vediamo se posso fare molti giri, ora sto bene anche se sono sotto anti infiammatorio. Sicuramente stanotte soffrirò un po’ di più, sono stanco. Ma nei test bisogna provare il giusto, ciò che è necessario e più importante. Vediamo se continueremo a progredire. Ma non per quest’anno, per il 2022. Sono i primi test in cui tutti i costruttori faranno le prove per l’anno prossimo”.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Jack Miller, Ducati Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Joan Mir, Team Suzuki MotoGP, Jack Miller, Ducati Team
3/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
16/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
17/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
18/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"
Articolo precedente

Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"

Prossimo Articolo

Mir: "E' difficile da accettare, ma il Mondiale è andato"

Mir: "E' difficile da accettare, ma il Mondiale è andato"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021