Marquez: "Penso che i nostri rivali saranno forti a Jerez"

condivisioni
commenti
Marquez:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
19 apr 2016, 15:46

Marc è contento di arrivare in Spagna con un buon vantaggio da amministrare su una pista che potrebbe essere poco favorevole alla Honda. Pedrosa invece vuole riscattare il ritiro di Austin ripartendo da una buona base.

Il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, terzo Andrea Iannone, Ducati Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, Honda

Dopo la lunga trasferta extraeuropea, la MotoGP sbarca finalmente in Europa e lo fa a Jerez de la Frontera. Marc Marquez arriva all'appuntamento con la prima delle gare di casa saldamente in testa alla classifica iridata con ben 21 punti di vantaggio sul diretto inseguitore Jorge Lorenzo.

Il pilota della Honda HRC è quindi soddisfatto di come stanno andando le cose per ora, visto che la sua RC213V è cresciuta di gara in gara, consentendogli di conquistare due vittorie a cavallo tra Termas de Rio Hondo ed Austin.

"Sono felice di arrivare a Jerez con un piccolo vantaggio in campionato, perché penso che i nostri rivali saranno molto forti su questa pista. Sono contento inoltre perché stiamo migliorando passo dopo passo in ogni gara: abbiamo trovato un buon set-up di base in Qatar, poi siamo cresciuti in tante altre aree, come freno motore ed elettronica, anche in Argentina e in Texas" ha detto "El Cabronsito".

Le parole d'ordine però continuano ad essere prudenza e testa bassa: "In ogni caso, abbiamo ancora tanto lavoro da fare e margini di miglioramento, specialmente in accelerazione. Oltre a questo, le piste sono molto diverse in Europa, più strette e con un asfalto differente, quindi dobbiamo aspettare a vedere come si evolverà la situazione. Naturalmente però correre in casa, in Spagna, è sempre una motivazione in più".

Nell'altro lato del box HRC c'è un Dani Pedrosa sicuramente voglioso di riscattare il ritiro di Austin, arrivato per un suo errore che ha eliminato anche Andrea Dovizioso. Tuttavia, lo spagnolo è convinto di aver trovato una buona base su cui lavorare nel weekend texano.

"Non vedo l'ora di correre a Jerez, perché è uno dei miei circuiti preferiti ed in particolare perché non ho avuto modo di correrci l'anno scorso. Cercheremo di dare il meglio davanti ai nostri tifosi, partendo dalle sensazioni positive che ho trovato nell'ultima gara, anche se si è chiusa in maniera sfortunata. Credo che avrei potuto lottare per il secondo posto in Texas, quindi devo ripartire da quello nella FP1 di venerdì" ha detto Dani.

Prossimo articolo MotoGP
Analisi: gli scenari in Yamaha dopo la partenza di Lorenzo

Articolo precedente

Analisi: gli scenari in Yamaha dopo la partenza di Lorenzo

Prossimo Articolo

La Ducati inizia i festeggiamenti del 90° Anniversario

La Ducati inizia i festeggiamenti del 90° Anniversario
Carica commenti