Marquez: "Oggi Lorenzo era imbattibile, io ho preferito pensare al campionato"

Il campione del mondo ha chiuso sul secondo gradino del podio una gara che lo ha visto allungare in classifica sui rivali. Marc ha affermato come oggi avrebbe dovuto rischiare troppo per tenere il passo di Lorenzo.

Marquez: "Oggi Lorenzo era imbattibile, io ho preferito pensare al campionato"
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team,Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Dopo aver gettato al vento dei punti pesanti in occasione della scorsa gara del Mugello, Marc Marquez ha affrontato la corsa di casa con grande lucidità, restando entro i limiti della sua Honda e portando a casa un secondo posto preziosissimo che gli consente di allungare in classifica piloti con 27 punti di vantaggio sul diretto inseguitore Valentino Rossi.

Marquez aveva già dichiarato al termine delle qualifiche di non volersi prendere rischi eccessivi in gara, e le numerose cadute viste oggi, tra le quali anche quella inattesa di Andrea Dovizioso, hanno portato consiglio allo spagnolo che ha preferito correre in maniera conservativa.

Marc ha infatti dichiarato come non avrebbe mai potuto tenere il ritmo di Lorenzo, se non nei primi giri, e di aver deciso di portare a casa dei punti pesanti in ottica campionato.

“Ho attaccato per cinque giri ma poi ho visto che Jorge era troppo forte e che Dovizioso, così come molti altri piloti, sono caduti ed ho pensato a portare a casa 20 punti pensando anche a quello che era accaduto al Mugello. Prima di iniziare la gara avevo 23 punti di vantaggio in classifica, adesso ne ho 27” ha detto Marc a Sky Sport MotoGP HD.

Marquez ha adottato una strategia differente scegliendo le gomme dure sulla sua Honda, ma l'azzardo non ha pagato. Marc ha poi affermato come abbia rischiato di cadere nel tentativo di tenere il ritmo di un Lorenzo indemoniato...

“Ho fatto un po’ di fatica. Non so se la scelta della gomma dura sia stata corretta, ma il secondo posto era il risultato che pensavo di raggiungere dopo il passo visto nelle Libere. Già dal venerdì si era visto come Lorenzo andava più forte degli altri. Io ho avuto la possibilità di tenere il suo stesso passo per i primi cinque giri, ma se avessi tentato di tenere il suo ritmo per l’intera gara sarei caduto”.

Leggi anche:

Il campione del mondo ha poi fornito una spiegazione tecnica sul perché non sia riuscito a sfruttare al meglio le gomme dure.

“Pensavo che con le gomme dure sarei riuscito a disputare una seconda parte di gara migliore, credevo che Lorenzo avrebbe accusato un calo con le morbide ed invece ho sofferto del chattering alla posteriore dal lato destro. Questo problema non mi era mai capitato nel corso delle Libere”.

Marc, oltre che non voler rischiare una scivolata, ha deciso di alzare il ritmo quando ha visto Dovizioso cadere nella ghiaia e Valentino Rossi a debita distanza dal secondo posto.

“Io ero al limite ma volevo stare attaccato a Jorge per avere del margine su Valentino e Dovizioso. Quando ho visto che Andrea è caduto e che Rossi era a distanza di sicurezza ho preferito gestire la gara”.

L'ultimo pensiero del campione del mondo è riservato a Valentino Rossi. Il Dottore è al momento secondo in classifica piloti e Marquez ha indicato il pilota della Yamaha quale avversario diretto nella lotta per il titolo.

“Oggi il pacchetto Ducati-Lorenzo era imbattibile. Abbiamo cercato di scegliere la gomma dura per tentare di vincere ma non ci siamo riusciti. Il mio rivale in campionato al momento è Valentino. Oltre ad essere secondo in classifica è forte”.

condivisioni
commenti
Mondiale MotoGP 2018: Marquez a +27 su Valentino, i due ducatisti a -49
Articolo precedente

Mondiale MotoGP 2018: Marquez a +27 su Valentino, i due ducatisti a -49

Prossimo Articolo

Lorenzo ora si gode la Rossa: "Abbiamo la Ducati più competitiva della storia"

Lorenzo ora si gode la Rossa: "Abbiamo la Ducati più competitiva della storia"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021