Marquez: “Non ho visto Rins, ma lì non si doveva spingere”

Marc Marquez spiega la dinamica dell’episodio avvenuto nelle FP3 con Alex Rins e per cui è stato messo sotto investigazione. Poi giustifica Honda sui passi indietro nella messa a punto della moto.

Marquez: “Non ho visto Rins, ma lì non si doveva spingere”

Marc Marquez non ha conquistato la pole position a Jerez de la Frontera, ma ha sicuramente fatto parlare di sé: nel corso della terza sessione di prove libere infatti è stato protagonista di un episodio di incomprensione con Alex Rins. Il pilota Suzuki arrivava forte alla curva 2 e ha trovato sul suo cammino il portacolori Honda che però procedeva lentamente.

L’accaduto è stato prontamente analizzato dalla Direzione Gara che, una volta ascoltati i piloti, ha deciso di non intraprendere alcuna azione nei confronti di Marc Marquez. Alla fine delle qualifiche, il Campione del mondo in carica ha spiegato le sue ragioni ed il motivo per cui è stato scagionato dalla penalità in griglia: “Ovviamente non ho visto Rins. Ma comunque le telecamere non hanno mostrato che stava sventolando una doppia bandiera gialla alla curva 2 perché c’erano dei commissari ed un pilota nel mezzo della ghiaia. Quindi ho rallentato e quando c’è doppia bandiera gialla, bisogna sempre rallentare e non si può continuare il proprio giro veloce. Per questo motivo non ho guardato dietro, perché non mi aspettavo che qualcuno arrivasse spingendo in quella situazione”.

Archiviato l’accaduto, Marquez si è concentrato sulle qualifiche, che ha terminato con un terzo tempo: “Sono contento perché facciamo dei passi in avanti. Quartararo e Vinales sono stati i due piloti più veloci durante l’inverno e lo sono stati anche stavolta. Sarà una gara complicata, farà molto caldo. Vediamo se potrò lottare con loro. Se vedo che ne sono in grado, posso provare a spingere dall’inizio. Ma restare con loro e giocarsi le posizioni alla fine non sembra male”.

Leggi anche:

Marquez resta però molto cauto, consapevole dei problemi accusati da Honda durante l’inverno e su cui si sta lavorando. Fino all’ultimo giorno di test a Losail infatti è stato usato il pacchetto aerodinamico del 2020, per poi tornare indietro e sfruttare quello dello scorso anno, che ha mostrato più efficienza. Il campione in carica giustifica la manovra di Honda, causata anche dallo stop causato dal Coronavirus e dal congelamento dei motori fino al 2021. “Durante l’inverno avevo una moto diversa rispetto a quella che ho adesso, ma con il cambio delle regole era il momento di provare cose nuove. Conosco questa moto molto bene già dallo scorso anno ed inoltre continuiamo a provare delle nuove cose”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva ora.

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Rossi

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Rossi
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team Spanish MotoGP 2020

Marc Marquez, Repsol Honda Team Spanish MotoGP 2020
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/17

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/17

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/17

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Marquez, Repsol Honda Team
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo conquista la pole position, Petronas Yamaha SRT, secondo posto Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, terzo posto Marc Marquez, Repsol Honda Team

Fabio Quartararo conquista la pole position, Petronas Yamaha SRT, secondo posto Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, terzo posto Marc Marquez, Repsol Honda Team
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Non ho ancora la situazione sotto controllo"

Articolo precedente

Dovizioso: "Non ho ancora la situazione sotto controllo"

Prossimo Articolo

Rins infortunato alla spalla: è unfit, ma ci vuole provare

Rins infortunato alla spalla: è unfit, ma ci vuole provare
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021