Marquez: "Non ho motivi per lasciare Honda, ma sentirò altre opzioni"

condivisioni
commenti
Marquez:
Jose Carlos de Celis
Di: Jose Carlos de Celis
Tradotto da: Matteo Nugnes
09 feb 2018, 10:56

Marc Marquez ammette di aver iniziato a discutere del suo rinnovo con la Honda, pur sottolineando che non ha fretta, ma anche l'importanza di ascoltare ciò che hanno da dire gli altri costruttori.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Il campionato del mondo della MotoGP ed il suo compagno di squadra Dani Pedrosa sono stati ieri i protagonisti di un evento organizzato a Madrid dalla Repsol, il main sponsor della squadra ufficiale Honda.

Marquez, che ha concluso in maniera positiva il primo test della stagione qualche giorno fa a Sepang, al termine di questo campionato avrà in scadenza il suo contratto con la Casa giapponese.

Se si guarda al mercato, dopo il rinnovo di Maverick Vinales con la Yamaha e considerata la predisposizione della Ducati di prolungare quello di Jorge Lorenzo, l'opzione più probabile è che Marc possa proseguire con la Honda fino al 2020.

"Sembra che ogni anno i rinnovi vadano più velocemente. Ho iniziato a parlare con Honda per discutere alcune cose, ma non ho fretta. La mia priorità era iniziare il pre-campionato, sentirmi a mio agio con la moto, vedere i miglioramenti e sentire che la Honda aveva datto le risposte sperate" ha commentato Marquez, che la settimana prossima sarà impegnato in Thailandia per il secondo test stagionale.

"Sono sempre concentrato sulla stessa cosa: voglio sentirmi a mio agio e vedere che la Honda sta lavorando bene. Abbiamo iniziato a parlare, ma devo anche ascoltare gli altri costruttori come Ducati, KTM, Yamaha e il resto" ha aggiunto il pilota di Cervera.

In Malesia, Jorge Lorenzo ed Andrea Dovizioso hanno sottolineato la grande crescita della Ducati. Un qualcosa che potrebbe tentare chiunque. A maggior ragione se pensiamo a quanto lo stile aggressivo di Marquez potrebbe "sposarsi" bene con la Desmosedici.

"Normalmente cambi team quando hai bisogno di una motivazione esterna, di sentirti meglio o di ottenere risultati migliori. Io non ho una carenza di motivazione e i risultati stanno arrivando, questo significa che non ho motivi per cambiare, anche se devo ascoltare altre opzioni. Al momento ho parlato solo con la Honda" ha dichiarato il #93, che ha proseguito: "Cerco il meglio in termini sportivi. Ho sempre detto che la Honda sarà la mia priorità perché è quello che dicono il mio corpo e ed il mio cuore".

Riguardo alla possibilità di condividere il box con il fratello Alex in futuro, Marc assicura che non è nei suoi piani.

"Non farei mai. Ognuno ha la sua carriera ed Alex se la deve costruire per i suoi meriti. Lo ha fatto un Moto3 e si è guadagnato una buona moto in Moto2. Ora deve lottare per il suo posto in MotoGP. Ha ancora delle cose da imparare, ma spero che possa fare un grande anno. E se alla fine arriverà in MotoGP... Sarà mio fratello, ma anche un altro avversario in pista" ha concluso Marquez.

Prossimo articolo MotoGP
La Yamaha ammette che Rossi ha più peso di Vinales nello sviluppo

Previous article

La Yamaha ammette che Rossi ha più peso di Vinales nello sviluppo

Prossimo Articolo

Randy Mamola viene inserito tra le Leggende della MotoGP

Randy Mamola viene inserito tra le Leggende della MotoGP
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Marc Márquez Alenta Acquista adesso
Autore Jose Carlos de Celis
Tipo di articolo Ultime notizie