Marquez: "In Europa sarà un'altra storia, ma devo continuare così"

Marc Marquez ha affermato di essere in una condizione ideale, perché può concentrarsi solo sulle gare non avendo problemi di rinnovo del contratto o altre distrazioni: "Bel lavoro della Honda, miglioriamo a ogni gara".

Marc Marquez è pronto ad affrontare la prima gara europea del Motomondiale 2016 e lo farà nella migliore condizione possibile: da leader del mondiale. Il pilota catalano della Honda era presente alla conferenza stampa piloti che ha aperto il fine settimana di Jerez de la Frontera e non ha affatto nascosto la sua felicità di essere tornato a correre nel Vecchio Continente dopo la prima parentesi extraeuropea.

"Siamo contenti di essere tornati in Europa, soprattutto in Spagna. Cercheremo di prolungare la striscia di risultati che abbiamo aperto in America, ma ora dobbiamo sapere che le cose saranno un po' differenti rispetto a quanto visto ad Austin e in Argentina. Qui la pista è più stretta e vedremo come riusciremo a gestire la moto. Sono comunque contento di come sta andando la moto, perché è in crescita costante. Cercheremo di continuare in questo modo".

Marquez ha subito indicato chi saranno i principali protagonisti del fine settimana andaluso, sottolineando la grande forma di Jorge Lorenzo: "I nostri avversari saranno certamente le Yamaha e le Ducati. jorge sarà molto forte. Ha vinto qui anche lo scorso anno, è una pista in cui va generalmente molto forte. Ha tante e curve e qui forse la Yamaha va meglio. Abbiamo visto però nelle prime gare che le prestazioni sono comunque piuttosto livellate, anche nei test pre-stagionali a novembre. Certo, le cose saranno certamente cambiate. Ripartiremo da zero e vedremo come andremo dalle prime prove libere".

Il due volte iridato della MotoGP ha poi voluto esprimere un proprio parere riguardo il passaggio di Lorenzo alla Ducati, che avverrà al termine di questa stagione: "Credo che il passaggio di Lorenzo alla Ducati sia importante per il campionato. Uno dei piloti migliori passa a un altro costruttore e questa è una grande opportunità, una nuova sfida per lui, ma vedremo. Rimane ancora un anno, manca molto tempo. Sarà comunque interessante anche per gli altri piloti e per i fan vedere come Lorenzo andrà in Ducati".

"Lo scorso anno ho imparato tante cose, certamente di più rispetto al 2014 e certamente anche al 2013, che fu il mio primo anno in MotoGP. Ora sono in una posizione ideale, sono tranquillo, non devo parlare di contratti e mi posso concentrare sulle gare e sulla pista. So che manca ancora molto ma cercherò di continuare su questa strada. Sento il supporto della Honda, stiamo migliorando la moto ogni gara e questo è l'aspetto più importante", ha concluso "El Cabronsito".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Spagna
Circuito Circuito de Jerez
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Conferenza stampa