Marquez: "Ho scoperto alcuni dei problemi della Yamaha"

condivisioni
commenti
Marquez:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 set 2018, 16:24

Il pilota della Honda ha concluso il primo giorno di prove a Motorland Aragon con il miglior tempo di giornata ed ha parlato anche della competitività dei suoi rivali.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marquez ha utilizzato la sua tradizionale strategia in FP1, senza montare una gomma nuova nel finale. In questo modo, ha chiuso sesto a quasi otto decimi dalla Ducati di Andrea Dovizioso. Nel pomeriggio, il pilota della Honda ha seguito la stessa linea, ma nel finale ha montato la gomma morbida facendo segnare il miglior crono di giornata.

Alla fine quindi lo spagnolo ha preceduto le due Ducati ufficiali. Le Yamaha invece sono andate decisamente peggio, pagando oltre un secondo rispetto al suo tempo. Il #93 è stato in grado di seguire Vinales all'inizio della FP2, riuscendo a capire alcuni dei punti deboli della M1.

"Sono stato dietro a Vinales e ho capito alcuni dei loro problemi, ma non ve li dirò. E' strano quello che succede alla Yamaha. E' difficile da capire, perché ci sono dei punti in cui vanno più forte di noi ed altri in cui perdono. Prima o poi troveranno la causa" ha detto.

Leggi anche:

Il leader del campionato si è riferito anche alla situazione di Zarco, uno dei suoi avversari più tosti all'inizio della stagione, che però si è perso nel corso della stagione. Oggi, per esempio, ha chiuso solo 17esimo.

"E' strano ciò che è accaduto a Zarco. Fa fatica sia sul giro secco che nei long run. Prima di Le Mans andava veramente forte, ma dopo che ha firmato con la KTM sembra soffrire, anche se non so dire perché".

Il leader del Mondiale poi ha insistito sul fatto che domenica non farà pazzie per vincere a tutti i costi, soprattutto vedendo il livello della Ducati, sottilineando che l'importante sarà portare a casa il settimo titolo a fine stagione.

"Se non vinco domenica, non succede nulla. Se potessimo avere il primo match point in Thailandia sarebbe fantastico, ma l'importante è vincere, non importa dove e quando. Nel pomeriggio abbiamo fatto un bel salto, ma ci aspettavamo che le Ducati fossero veloci, perché recentemente hanno fatto un test insieme alla Yamaha, quindi hanno più informazioni. Sarà importante scegliere le gomme giuste".

Prossimo articolo MotoGP
Dovizioso: "Siamo già veloci come mi aspettavo. Saranno i dettagli a fare la differenza in gara"

Articolo precedente

Dovizioso: "Siamo già veloci come mi aspettavo. Saranno i dettagli a fare la differenza in gara"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: gli scatti più belli per i primi 2 turni di libere al Motorland di Aragon

Fotogallery MotoGP: gli scatti più belli per i primi 2 turni di libere al Motorland di Aragon
Carica commenti