Marquez: "Ho scelto un cambio radicale ed ha funzionato"

Lo spagnolo della Honda sembra aver trovato il bandolo della matassa proprio nelle ore conclusive dei test in Qatar, stravolgendo la sua RC213V. Se si corresse domani, si vedrebbe in grado di lottare per il podio.

L'ultimo giorno, nelle ultime tre ore del pre-campionato, Marc Marquez e la sua squadra sono riusciti a salvare in extremis un inverno che era iniziato malissimo e che sarebbe potuto finire molto peggio. Lo ha rivelato lo stesso pilota spagnolo appena sceso dalla sua Honda, dopo aver completato 52 giri, essere incappato in un'altra caduta, ma avendo firmato anche il quarto tempo di giornata, a sei decimi da Jorge Lorenzo.

"Abbiamo salvato la preseason. Ieri eravamo messi molto male, senza ritmo e senza capire cosa stesse succedendo, quindi abbiamo fatto dei grandi cambiamenti. La Honda ha fatto la sua parte, ma la scommessa è stata principalmente mia, della mia squadra e di Santi (il capomeccanico). Sono molto grato" ha detto Marc.

"Dopo la caduta abbiamo trovato un grande passo in avanti. Siamo rimasti fermi parecchio tempo ai box, perché volevo un cambiamento radicale sulla moto. L'abbiamo fatto ed ha funzionato" ha aggiunto il pilota spagnolo. "Ne avevo abbastanza, sono anche caduto diverse volte, ma la cosa buona è che alla fine siamo riusciti a capire diverse cose".

Nel finale della giornata di ieri, il pilota della HRC ha potuto godere anche di un aiuto discreto. Marc ha infatti incontrato in pista Jorge Lorenzo quando il maiorchino stava completando la sua simulazione di gara. Questo ha impedito al rivale della Yamaha di fermarsi, trascinandosi dietro Marquez.

"Jorge mi ha passato e pensavo che fosse successo perché non avevo ritmo. Ma poi sono riuscito a seguirlo ed ho finito con lui. Mi sono scusato con lui perché non è carino, ma ne avevo bisogno" ha ammesso il catalano, che però per ora non si vuole lasciare andare in pronostici su quello che succederà tra due settimane.

"Se la gara fosse domani, credo che potrei lottare per il podio, ma non voglio osare. La situazione è che se arriviamo su un altro circuito ed abbiamo gli stessi problemi che abbiamo incontrato qui, allora saremo molto lontani perché non possiamo fare tutte le modifiche che abbiamo fatto oggi" ha concluso Marquez.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Qatar, test di marzo
Sub-evento Venerdì
Circuito Losail International Circuit
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Intervista