Marquez: "Ho dovuto superare Rossi per dare l'assalto alla pole"

Lo spagnolo è stato autore di una pole position strepitosa ottenuta nonostante il traffico e grazie ad un sorpasso deciso su Valentino Rossi. Nonostante il risultato odierno, Marquez si mostra poco ottimista in ottica gara.

La pole position conquistata da Marc Marquez è stata colta in modo magistrale dal pilota Honda. Lo spagnolo, infatti, è riuscito a realizzare il giro più veloce trovandosi dietro a Rossi ed Espargaro, superando in modo deciso l'italiano per poi sfruttare la scia del connazionale.

Marquez ha descritto la sua manovra come necessaria per tentare l'assalto alla pole avendo capito che Rossi si sarebbe lanciato per un ulteriore tentativo che avrebbe vanificato le possibilità di entrambi.

"Ho fatto un giro molto veloce, ho visto che arrivavo bene all'ultima curva ma ero già dietro a Valentino. Poi ho visto che lui si preparava per fare un ultimo giro lanciato ed ho pensato che se gli fossi rimasto in scia non sarei riuscito a migliorare, così l'ho superato all'interno. E' stato un giro quasi perfetto ed ho colto una pole inaspettata".

Lo spagnolo si è mostrato soddisfatto dei progressi compiuti dalla sua Honda, lodando i meccanici per il notevole progresso effettuato tra la FP3 e la FP4.

"Dopo la giornata di oggi sono contento. Mi sento bene con la moto, abbiamo fatto un buon passo avanti in FP4 ed adesso attendo con fiducia la gara di domani anche in considerazione del meteo".

"Lorenzo è molto veloce, in FP3 era molto avanti a noi ma in FP4 ci siamo avvicinati molto. Dobbiamo lottare per il podio o per la vittoria senza pensare troppo al campionato e dare il 100%".

Marquez ha analizzato i problemi che affliggono la sua Honda, affermando di perdere velocità in accelerazione, ma grazie alla scia fornita da Espargaro è riuscito a guadagnare i decimi fondamentali per la conquista del miglior crono.

"Penso che ogni accelerazione perdiamo un decimo circa. Quando prendi la scia di qualcuno annulliamo questo svantaggio anche se non sappiamo quantificarlo esattamente. All'ultima curva ho perso un pò, forse mezzo decimo, ma sono riuscito ugualmente a fare il giro più veloce".

In ottica gara Marquez sembra poco fiducioso, affermando di temere la velocità della Yamaha di Lorenzo ed il passo gara mostrato da Iannone.

"Iannone sarà forte domani, specie nei primi giri dato che ha un buon passo. La nostra moto non è molto veloce e sarà difficile gestire la gara, specie con le scie che saranno fondamentali nei lunghi rettilinei. Anche Lorenzo sarà molto competitivo ed è su di lui che devo fare la gara in ottica campionato". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP della Repubblica Ceca
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Brno
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Intervista