Marquez: “Ho ascoltato il mio corpo, lo avevo promesso a Honda”

Marc Márquez ha spiegato i motivi che lo hanno portato a non partecipare al Gran Premio di Andalusia dopo essere sceso in pista nelle libere del sabato.

Marquez: “Ho ascoltato il mio corpo, lo avevo promesso a Honda”
Carica lettore audio

Si è dovuto arrendere: Marc Marquez aveva fatto ritorno a Jerez giovedì, due giorni dopo essere stato operato a Barcellona per ridurre la frattura al braccio destro rimediata durante la prima gara della stagione, sempre sulla pista andalusa. Il pilota Honda è sceso in pista nella terza sessione di prove libere lasciando buone sensazioni e chiudendo in 19esima posizione dopo aver completato 18 giri. È salito di nuovo in moto per le FP4, dove ha completato 10 tornate risalendo fino alla 16esima posizione, a meno di un secondo dalla vetta.  

Ma prima delle qualifiche ha iniziato a sentire qualcosa che non andava. Dopo il giro di riscaldamento, ha deciso di tornare ai box senza far segnare alcun tempo cronometrato e si è diretto al motorhome. Lì si è conclusa la partecipazione di Marc Marquez al Gran Premio di Andalusia. Il pilota commenta: “È stata una settimana difficile, è successo di tutto. Quando mi sono fratturato il braccio nella caduta non ho minimamente pensato di tornare. Poi mi hanno operato, ma quando hai la passione per qualcosa e ti ci dedichi ci devi provare, solo così hai la coscienza a posto”.

“Quando mi hanno tolto il gesso ho mosso il gomito, ho visto che avevo forza, che ero in grado di fare le flessioni. Il dolore c’era, ma sono andato a casa, sono salito su una moto e ho visto che era possibile, quindi non ero tranquillo, dovevo almeno provarci”.

La decisione è stata dello stesso Marquez

Il campione del mondo in carica afferma di non aver ricevuto pressioni per tornare in sella: “L’ho chiesto io, Honda non mi ha mai fatto pressione. Questa mattina abbiamo provato, ho visto che era fattibile, mi ero trovato bene e ho fatto un buon tempo. Faticavo di più nel time attack perché è più aggressivo rispetto al mantenimento del ritmo. Ma questo pomeriggio, per il caldo o per la stanchezza, quando sono uscito dal box ho capito subito che c’era qualcosa. Il braccio non aveva forza e, come avevo promesso a Honda, ho ascoltato il mio corpo e ho visto che poteva essere pericoloso. Quando c’è il pericolo di mezzo, è meglio fermarsi. Ho detto che se fossi uscito nel Q1 e le sensazioni non fossero state buone, non ci avrei provato e così è stato. Honda ha rispettato la mia decisione”.

Lo spagnolo non perdeva una gara dal Gran Premio di Valencia del 2011, quando ancora correva in Moto2. Ora l’obiettivo è tornare fra due settimane a Brno: “Erano molti anni che non saltavo una gara, ma mancano ancora altre gare per il campionato. Oggi stesso inizio a prepararmi per Brno. Matematicamente c’è sempre possibilità e ci proverò. Sono qui per provarci e lo sarò a Brno. Se non si può vincere, pazienza. Ma non mancheranno voglia, volontà ed impegno”.

Leggi anche:

Il pilota Honda non si pente di averci provato, anche se il risultato non è stato quello sperato: “Mi pento solo del primo errore che ho commesso domenica, quando sono andato largo. Ma la caduta non è stata un errore. Stavo già conservando, avevo cambiato qualcosa ma il motociclismo è anche questo. È un peccato per l’infortunio, che è la cosa che fa più male. In carriera ho commesso errori e ne commetterò ancora. Si impara da ogni cosa. Mi sono divertito molto in gara e l’ho detto al team quando è venuto a trovarmi”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/16

Foto di: MotoGP

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Petrucci: “Non riesco a fermare né a girare la moto”
Articolo precedente

Petrucci: “Non riesco a fermare né a girare la moto”

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Fiducioso per domani, posso puntare al podio"

Morbidelli: "Fiducioso per domani, posso puntare al podio"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021