Marquez: "Fortunatamente la Ducati si è svegliata tardi"

condivisioni
commenti
Marquez:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
09 set 2018, 19:05

Marc Marquez ha ottenuto un risultato perfetto nel Gran Premio di San Marino, un secondo posto che gli ha permesso di aumentare il suo vantaggio in classifica sul diretto inseguitore, che ora è Dovizioso.

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Podio: il secondo classificato Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Il secondo classificato Marc Marquez, Repsol Honda Team
Il secondo classificato Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo, Ducati Team

Le Ducati continuano a battere in gara lo spagnolo, ma Marquez ad ogni appuntamento aumenta il suo vantaggio sugli inseguitori ed ora ha 67 punti di vantaggio su Dovizioso quando mancano sei gare alla fine del campionato.

Marquez ha lottato fino al penultimo giro per il secondo posto con Jorge Lorenzo, ma il pilota della Ducati è caduto lasciandogli via libera.

"Sono stato concentrato per tutti i giri. In gara, lottare con le Ducati è difficile. Una volta che ho visto che Dovi si era allontanato, il mio obiettivo era finire secondo. Ero veloce, ma lo era altrettanto anche Jorge" ha spiegato il pilota della Honda.

Come nelle ultime gare, la Ducati ha battuto Marc, che però non sembra preoccupato: "Abbiamo aumentato il vantaggio, sono già 67 punti sul secondo" ha valutato.

Leggi anche:

Al momento la Ducati sembra essere il punto di riferimento nel Mondiale e Marc ha sottolineato che fortunatamente per lui lo è diventata un po' tardi.

"Fortunatamente, la Ducati si è svegliata tardi. O almeno spero che sia tardi. Ma non solo la moto, anche i piloti hanno aumentato il loro livello, ma è buono perché è anche un campanello d'allarme in vista dell'anno prossimo" ha riflettuto.

Senza tempo per riprendersi da queste emozioni, in Honda sono sempre al lavoro per preparare il finale di stagione.

"Margine ne abbiamo poco. Domani abbiamo un test, quindi restiamo in allenamento. Proveremo qualcosa, speriamo che funzioni. Ma se non sarà così, penso di avere le armi per difendermi ed attaccare su alcuni circuiti.

Marc non vince dal GP di Germania e Aragon, dove gli è stata anche intitolata una curva del circuito, è la cornice ideale per tornare sul gradino più alto del podio.

"Bene, Aragon è una gara chiave, ma sarà importante provare a vincere. Vedremo da venerdì e, a seconda di come andrà il weekend, valuteremo se rischiare o meno domenica" ha concluso il pilota di Cervera.

Prossimo articolo MotoGP
Valentino: "Cosa è cambiato da ieri ad oggi? Bella domanda, non lo sappiamo!"

Articolo precedente

Valentino: "Cosa è cambiato da ieri ad oggi? Bella domanda, non lo sappiamo!"

Prossimo Articolo

Vinales: "22 gare senza vittoria? Un anno fa avrei pensato che mi prendessero in giro"

Vinales: "22 gare senza vittoria? Un anno fa avrei pensato che mi prendessero in giro"
Carica commenti