Marquez: “Finita la striscia di pole, finirà quella di vittorie”

Marc Marquez aveva conquistato la pole position negli ultimi sette anni al Sachsenring in MotoGP, una striscia che questo sabato si è interrotta perché il pilota Honda si è piazzato in quinta posizione.

Marquez: “Finita la striscia di pole, finirà quella di vittorie”

L’idillio tra Marc Marquez e il Sachsenring si è concluso questo sabato dopo la qualifica. Sulla pista tedesca il pilota Honda vantava sette pole position e altrettante vittorie consecutive in MotoGP, oltre alle tre nelle classi minori. La causa dell’interruzione di questa striscia è da attribuire alle limitazioni fisiche che condizionano il pilota, tornato a Portimao lo scorso 18 aprile dopo nove mesi di assenza dalle gare.

Marquez è pienamente consapevole della propria situazione fisica e dei problemi di Honda: “Non sono rimasto male per non aver fatto la pole position, perché non ho mai pensato di poterla conquistare, dopo che venivo da due circuiti in cui facevo anche fatica a rientrare nel Q2. L’obiettivo era lottare ed essere il più vicino possibile ai piloti davanti e ci siamo riusciti. La striscia di pole è finita e domani finirà anche quella di vittorie. Non siamo in condizioni di vincere, ma vediamo se possiamo essere più vicini ai primi, che poi è l’obiettivo”.

Il pilota Honda è stato uno di quelli che ha girato di più nei test di Barcellona di due settimane fa e questo weekend ha introdotto alcune novità, compreso un pacchetto aerodinamico: “Nei test al Montmelo abbiamo completato molti giri, abbiamo provato tante cose e abbiamo provato a capire. Ma la verità è che qui siamo con la stessa moto con cui abbiamo corso nella gara di Barcellona. Abbiamo cambiato piccole cose per tornare al passato e cercare una base che conoscessi, altrimenti è impossibile trovare la strada dell’evoluzione”.

 

Una strada che crede sia quella giusta e che comincia a portare frutto: “In questo modo, tutti i passi che stiamo facendo nel nostro lato del box ci portano a migliorare. Ad altri piloti Honda piace quello che provano, quindi andiamo in una direzione accettabile, buona. Ma non è sufficiente per uscire dalla situazione attuale. Con la Honda abbiamo molti spaventi, tante cadute, andiamo al limite. Andiamo meglio su questa pista, ma non come gli altri anni. Non abbiamo ritmo e non andiamo più veloci degli altri come altre volte qui”.

Anche se non vuole sentire parlare di vittoria, i miglioramenti nel rendimento sono stati evidenti questo fine settimana: “Su questo circuito dobbiamo goderci la gara, siamo più vicini ai primi, ma quando arriveremo in Olanda temo che saremo nella stessa situazione di Barcellona”.

Con queste prospettive, gli viene chiesto a cosa può ambire domani: “È una bella domanda. Ci sono tre piloti, Zarco, Quartararo e Oliveira, che hanno il miglior ritmo e che in gara fanno sempre un passo in più. Quindi, essendo ottimisti e allo stesso tempo realisti, finire nelle prime cinque posizioni sarebbe un gran risultato. Chiude in top 5 e con il minor distacco possibile dal primo darebbe una buona giornata per noi”.

Al momento, il pilota Honda non vuole immaginare di tornare sul podio: “Non si può pensare alla vittoria, perché non ci sono i presupposti. Chiudere nei primi cinque è un obiettivo reale, ma deve anche venire un po’ fuori. Il podio non è così da escludere, ma deve uscire fuori la gara perfetta, che a volte è difficile che accada”.

condivisioni
commenti
Rossi: "Con queste gomme non sfrutto i miei punti di forza"

Articolo precedente

Rossi: "Con queste gomme non sfrutto i miei punti di forza"

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Parliamo di sicurezza poi tanti fanno come in Moto3"

Bagnaia: "Parliamo di sicurezza poi tanti fanno come in Moto3"
Carica commenti
Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP Prime

Ecco come KTM ha portato una ricchezza di talenti in MotoGP

Formando una scala che va dalla Red Bull Rookies Cup alla MotoGP, KTM ha creato un flusso costante di grandi talenti nelle gare di gran premio che ha portato il marchio austriaco al successo che ci si aspetta dal marchio. Ecco come è andata.

MotoGP
1 ago 2021
Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP Prime

Ecco perché il ‘gigante buono’ Petrucci mancherà alla MotoGP

I giorni di Danilo Petrucci in MotoGP sembrano contati, KTM sta cercando di riorganizzare completamente il team Tech3 per il 2022. Anche se la stagione 2021 del ternano finora non è stata eccezionale, il gigante italiano è diventato segretamente un top runner in MotoGP nell'ultimo decennio e ha portato con sé una personalità di cui lo sport mondiale ne ha maggior bisogno.

MotoGP
28 lug 2021
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021