MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Marquez: "Ero al limite con le gomme, ma ci ho provato fino alla fine"

condivisioni
commenti
Marquez: "Ero al limite con le gomme, ma ci ho provato fino alla fine"
Di:
13 ago 2017, 13:53

Il pilota della Honda ha provato fino all'ultimo giro a spuntarla sulla Ducati di Dovizioso, ma alla fine si è inchinato, pagando una gomma dura che con il caldo di oggi si è rivelata troppo morbida sulla sua RC213V.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Polesitter Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Polesitter Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Kallio, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Per una volta Marc Marquez ha perso un duello spalla a spalla all'ultima curva, ma questo non ha tolto il sorriso dal pilota della Honda, che è convinto di aver fatto tutto ciò che era in suo potere per provare a battere Andrea Dovizioso al Red Bull Ring.

Inoltre si tratta di un secondo posto arrivato al termine di un duello a dir poco spettacolare, che segue le due vittorie di Sachsenring e Brno e che quindi lo mantiene ancora saldamente in vetta alla classifica iridata, con 16 lunghezze di margine sul ducatista, ma soprattutto allungando sulle due Yamaha, oggi in grossa difficoltà.

"Penso che abbiamo regalato un grande spettacolo, una gara molto bella, specialmente nel finale. Io ero al limite con le gomme, ma ci ho provato fino alla fine. Onestamente mi sarebbe piaciuto vincere, ma ci ho provato al 100% e sono contento: ieri ero molto forte, ma oggi c'erano 10 gradi in più sulla pista e ho fatto più fatica sia con la gomma davanti che con la gomma dietro. Per questo abbiamo rallentato un po' il passo" ha detto a caldo Marc ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Quando gli è stato chiesto cosa è stato secondo lui a fare la differenza a favore del ducatista, lo spagnolo ha spiegato: "Dovi ha vinto la gara in accelerazione, perché aveva un po' più di trazione rispetto a me. Ieri mi trovavo molto bene con la gomma dura, ma oggi era troppo morbida con questo caldo. Io recuperavo su di lui soprattutto nelle due curve a sinistra, ma ero veramente al limite per provarci fino alla fine".

Lui aveva puntato sulla gomma dura al posteriore, mentre Dovizioso aveva la morbida. In ogni caso non sembra avere rammarico legato alla sua scelta: "Avrei usato la stessa gomma dietro, ma fino all'ultimo sono stato un po' indeciso se mettere la gomma dura anche davanti. Però non l'ho mai provata nel resto del weekend e quindi non potevo prendermi questo rischio, perché il Mondiale è molto tirato ed è ancora molto lungo. Se giovedì mi dicevano che avrei fatto secondo dietro a Dovi, avrei firmato".

Anche perché secondo lui non sarebbe stato possibile gestire la gomma posteriore morbida sulla sua RC213V: "Non credo, perché con questo stile di guida, andando un po' di traverso, avrei fatto fatica perché la gomma calava troppo soprattutto sul lato sinistro. La nostra moto qui non era a posto per usare la soft e con questo caldo era troppo morbida anche la dura".

Infine, ha rivelato che il dubbio di accontentarsi del secondo posto c'era anche stato, ma che poi ha preferito provarci fino alla fine: "Ci ho pensato, ma a metà gara. Onestamente gli ultimi tre giri ero a manetta. Con questo Mondiale tiratissimo, credo che se puoi prendere cinque punti in più è sempre meglio farlo che non farlo".

Prossimo Articolo
Mondiale MotoGP: Dovi torna a -16 da Marquez, Rossi "cade" a -33

Articolo precedente

Mondiale MotoGP: Dovi torna a -16 da Marquez, Rossi "cade" a -33

Prossimo Articolo

Dall'Igna: "Dovizioso è al quinto anno in Ducati e la continuità paga"

Dall'Igna: "Dovizioso è al quinto anno in Ducati e la continuità paga"
Carica commenti