Marquez eguaglia Doohan a Motegi e la Honda è campione!

Lo spagnolo centra la decima vittoria stagionale e raggiunge Doohan a quota 54 nella classe regina, regalando alla Honda il Costruttori con 3 gare d'anticipo. Quartararo secondo e Rookie of the Year, Dovizioso completa il podio.

Marquez eguaglia Doohan a Motegi e la Honda è campione!

La conquista dell'ottavo titolo iridato non ha placato la fame di vittorie di Marc Marquez, che anche a Motegi ha massacrato la concorrenza, centrando il decimo successo stagionale ed andando ad eguagliare una leggenda come Mick Doohan a quota 54 successi nella classe regina. Un successo che raddoppia i trionfi nel box HRC, perché la Honda si è portata a casa il titolo costruttori con tre gare d'anticipo.

Il pilota della Honda è scattato subito forte della pole position e si è messo davanti a tutti, imponendo subito un ritmo difficile da sostenere per il resto del gruppo. Solamente Fabio Quartararo ha provato a rimanergli vicino, rimanendo sempre a circa un secondo di distacco, ma poco dopo la metà gara anche lui non ha potuto nulla, pagando forse anche il calo della gomma posteriore, visto che il pilota della Yamaha Petronas aveva montato la soft.

 

Poco male per il pilota francese, perché il secondo posto finale gli vale il sesto podio stagionale, ma anche il titolo di Rookie of the Year con tre GP d'anticipo. Nel finale per lui c'è stato anche un piccolo brivido, perché Andrea Dovizioso ha provato ad andarlo a riprendere, ma davanti alla sua Ducati è sventolata la bandiera a scacchi proprio quando è arrivato sul codone della M1.

Il forlivese forse aveva delle aspettative più importanti per questo fine settimana, perché Motegi sulla carta era una pista favorevole. Dopo il settimo tempo in qualifica, "Desmodovi" ha fatto una buona rimonta, ma nel finale sembrava quasi doversi difendere dal recupero di Maverick Vinales. Invece negli ultimi tre giri si è messo in caccia di Quartararo, centrando così il suo 100esimo podio in carriera tra tutte le classi.

Ai piedi del podio c'è quindi un Vinales che ancora una volta ha pagato una partenza poco brillante e poi è venuto fuori alla distanza. Per il pilota della Yamaha si tratta comunque di un risultato importante, perché gli permette di raggiungere a pari punti al terzo posto nel Mondiale Alex Rins, oggi solamente settimo con la sua Suzuki, dovendo fare una grande rimonta dopo una pessima partenza.

Leggi anche:

Peccato anche per Franco Morbidelli, che non è riuscito a sfruttare la grande prima fila conquistata ieri, chiudendo sesto, con la beffa del sorpasso in volata subito da Cal Crutchlow. Il pilota della Yamaha Petronas prima è stato portato largo da Quartararo alla partenza e poi si è un po' innervosito nel duello con Jack Miller, quindi non è riuscito a tenere il ritmo dei migliori fino alla fine.

Discorso che vale appunto anche per Miller, solo decimo alla bandiera a scacchi dopo aver voltato secondo alla prima curva. L'australiano della Ducati Pramac probabilmente ha pagato la scelta di montare una gomma soft anche all'anteriore e alla fine quindi ha perso tantissime posizioni, venendo superato anche da Joan Mier e Danilo Petrucci, ma chiudendo davanti alla migliore delle KTM, che è stata quella di Pol Espargaro.

Tre punti li porta a casa anche Pecco Bagnaia, 13esimo alla bandiera a scacchi, con l'Aprilia di Aleix Espargaro che chiude la zona punti in 15esima piazza. Valentino Rossi invece è stato costretto al ritiro da una caduta avvenuta a pochi giri dal termine, quando comunque si trovava solamente in 11esima posizione e stava vivendo l'ennesima domenica deludente.

Ritirato anche Andrea Iannone, caduto alla curva 11, ma a quanto pare a causa di un problema tecnico accusato dalla sua Aprilia. Non riesce ad uscire dal tunnel, infine, Jorge Lorenzo: anche oggi il maiorchino ha incassato 40" dal compagno di squadra Marquez ed ha chiuso solo 17esimo. Non un grande aiuto per la HRC nella caccia alla Tripla Corona.

Da segnalare anche l'assenza in griglia di Tito Rabat: il pilota dell'Avintia Racing ha deciso di non prendersi rischi, visto che aveva una mano molto gonfia dopo la caduta di cui era stato vittima ieri nella FP3, che aveva riacutizzato il dolore per un infortunio precedente.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 Spain Marc Márquez Alenta Honda 24 42'41.492     161.9 25
2 France Fabio Quartararo Yamaha 24 42'42.362 00.870 00.870 161.8 20
3 Italy Andrea Dovizioso Ducati 24 42'42.817 01.325 00.455 161.8 16
4 Spain Maverick Viñales Yamaha 24 42'44.100 02.608 01.283 161.7 13
5 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 24 42'50.632 09.140 06.532 161.3 11
6 Italy Franco Morbidelli Yamaha 24 42'50.679 09.187 00.047 161.3 10
7 Spain Alex Rins Suzuki 24 42'50.798 09.306 00.119 161.3 9
8 Spain Joan Mir Suzuki 24 42'52.187 10.695 01.389 161.2 8
9 Italy Danilo Petrucci Ducati 24 42'55.708 14.216 03.521 161.0 7
10 Australia Jack Miller Ducati 24 43'00.401 18.909 04.693 160.7 6
11 Spain Pol Espargaro KTM 24 43'07.046 25.554 06.645 160.3 5
12 Portugal Miguel Oliveira KTM 24 43'09.362 27.870 02.316 160.1 4
13 Italy Francesco Bagnaia Ducati 24 43'11.475 29.983 02.113 160.0 3
14 Finland Mika Kallio KTM 24 43'12.724 31.232 01.249 159.9 2
15 Spain Aleix Espargaro Aprilia 24 43'14.038 32.546 01.314 159.9 1
16 Japan Takaaki Nakagami Honda 24 43'18.974 37.482 04.936 159.6  
17 Spain Jorge Lorenzo Honda 24 43'21.902 40.410 02.928 159.4  
18 Czech Republic Karel Abraham Ducati 24 43'24.950 43.458 03.048 159.2  
19 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 24 43'27.698 46.206 02.748 159.0  
20 France Sylvain Guintoli Suzuki 24 43'31.727 50.235 04.029 158.8  
  Italy Valentino Rossi Yamaha 20 35'48.024 4 Laps 4 Laps 160.9  
  Italy Andrea Iannone Aprilia 7 12'42.954 17 Laps 13 Laps 158.5  
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, GP del Giappone: Gara

Articolo precedente

LIVE MotoGP, GP del Giappone: Gara

Prossimo Articolo

Mondiale MotoGP 2019: Vinales raggiunge Rins al terzo posto

Mondiale MotoGP 2019: Vinales raggiunge Rins al terzo posto
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021