Marquez: “È l’inizio del mio ritorno, ma non guardo al mondiale”

Marc Marquez si mostra felicissimo del settimo posto conquistato nella sua gara di rientro, a Portimao, e chiede tranquillità, necessaria per rispettare i tempi richiesti per tornare alla sua migliore versione.

Marquez: “È l’inizio del mio ritorno, ma non guardo al mondiale”

Marc Marquez non è famoso per essere uno sportivo dalla lacrima facile e per questo ha colpito il fatto che non sia riuscito a trattenere il pianto appena rientrato ai box dopo una gara che per lui ha avuto diverse fasi: la prima in cui ha cercato la posizione all’interno del gruppo do testa, la seconda in cui ha trovato il suo ritmo e ha iniziato a rimontare e la terza ed ultima in cui ha dovuto dosare le forze per poter passare sotto la bandiera a scacchi, più di 500 dopo l’ultima volta.

Dopo il calvario dell’ultimo anno, in cui è anche arrivato a dubitare se potesse tornare a gareggiare, la posizione finale era il suo ultimo pensiero. Eppure, chiudere a 13 secondi dal vincitore Fabio Quartararo è un motivo per essere più che soddisfatto.

“Normalmente mi trattengo le emozioni, ma quando sono arrivato al box, con i miei meccanici, non sono riuscito a controllarmi e sono esploso. Spero che sia l’inizio del mio ritorno. Questo è il passo più importante del mio recupero. In maniera diversa, ma sono tornato a sentirmi un pilota. Mentalmente mi sono liberato”, ha affermato Marquez, che insiste ancora una volta sul fatto che il cammino è ancora lungo prima di potersi porre gli obiettivi a cui aspirava abitualmente.

 

Lo spagnolo, che tuttavia è stato il migliore dei piloti Honda, ha dichiarato: “Ho già avvisato che non sarei stato lo stesso Marc da un giorno all’altro, ma è andata molto meglio di quanto mi aspettassi. Sto facendo la mia pre-stagione. Avrei bisogno di test privati, ma sono vietati. L’obiettivo non è il mondiale, ma recuperare il mio livello”.

Marquez è partito dalla sesta casella della griglia di partenza ed è arrivato ad occupare la quarta posizione nelle prime fasi di gara, prima che gli ‘squali’ mostrassero tutta la loro aggressività e cominciassero ad inghiottirlo: “La parte più dura della gara sono stati i primi giri, perché mi sentivo fuori posto. È come quando giochi a calcio a scuola con i ragazzi più grandi. Non avevo il ritmo né il controllo della moto per poter stare lì. Sono andato in progressione, ma negli ultimi giri mi sono limitato a girare perché non riuscivo toccare terra con il gomito”.

Ora il catalano dovrà riposarsi e allenarsi meno di quanto vorrebbe per dare ascolto ai medici: “Tornare a correre significa che a casa dovrò allenarmi di meno. Ora, tra le gare, non potrò andare in moto. La carica di stress sull’osso deve crescere in maniera progressiva. I medici mi hanno permesso di tornare a correre e ora devo ascoltarli”.

condivisioni
commenti
Bagnaia: "Contento, ma se fossi partito più avanti..."
Articolo precedente

Bagnaia: "Contento, ma se fossi partito più avanti..."

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP: il trionfo di Quartararo a Portimao

Fotogallery MotoGP: il trionfo di Quartararo a Portimao
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021