Márquez: “Bello tornare in sella, niente è come la MotoGP”

Il pilota Honda è pronto a ripartire per difendere il titolo in MotoGP e non vede l’ora di scendere in pista per il Gran Premio di Spagna a Jerez. Quest’anno inoltre condivide il box con il fratello Álex Márquez.

Márquez: “Bello tornare in sella, niente è come la MotoGP”

L’attesa è finita e la MotoGP riparte questo fine settimana sulla pista di Jerez de la Frontera per quella che sarà una stagione del tutto inedita, dato il calendario e le condizioni in cui verrà disputata. Molto cambierà in questo 2020 particolare, dall’assenza di pubblico al modo di lavorare all’interno del paddock, ma ciò che non cambia è il favorito per questo mondiale.

Marc Márquez deve difendere il proprio titolo ed è determinato a conquistare la sua nona corona, eguagliando così Valentino Rossi. Il Campione del mondo in carica, che a marzo sarebbe partito svantaggiato a causa dell’operazione alla clavicola, ha approfittato dei mesi di stop per tornare pienamente in forma ed ora è pronto a dare battaglia, forte della netta superiorità dimostrata nel 2019 e che vorrà confermare anche quest’anno.

Prima del weekend di gara, la classe regina scende in pista mercoledì per disputare i test e lo spagnolo non vede l’ora di tornare in sella alla sua RC213V per sentire di nuovo le sensazioni dell’alta velocità che solo la MotoGP può dare: “Prima di tutto voglio ringraziare tutti coloro che hanno aiutato e lavorato duramente in questi mesi complicati. Ora tocca a noi tornare a lavoro, offrire un grande spettacolo ed intrattenere tutti gli appassionati del mondo, dando loro un po’ di entusiasmo in questo periodo difficile”.

Leggi anche:

“Jerez è un circuito che conosco bene ed i test di mercoledì saranno importanti perché, nonostante ci siamo allenati in motocross per mantenerci in forma, non c’è nulla come una MotoGP. Dobbiamo adattarci al modo di lavorare per stare sicuri ed in salute, ma non vedo l’ora di rivedere il team e di salire nuovamente sulla Honda”.

Al suo fianco, Márquez quest’anno avrà suo fratello Álex, che esordisce in MotoGP proprio nel team ufficiale. Per il Campione del mondo Moto2 in carica sarà l’unica stagione nel Repsol Honda Team, dato che dal 2021 andrà in forza al team di Lucio Cecchinello per fare posto a Pol Espargaró, come annunciato ieri dai vertici Honda.

Al momento però Ález Márquez è concentrato sul 2020, anno in cui punta a fare esperienza: “L’attesa è stata lunga e ci sono stati momenti difficili per tutti, ma la cosa più importante è ringraziare tutte le persone che hanno lavorato instancabilmente per aiutarci a tornare alle nostre vite normali. Per questo motivo mio fratello ed io indossiamo dei caschi speciali, è solo un piccolo gesto, ma tutto aiuta”.

“Ovviamente non vedo l’ora di rivedere il team e debuttare finalmente in MotoGP, è il sogno di tutti. Sarà un weekend diverso dagli altri, ma credo che una volta che inizieremo a lavorare in pista il nostro obiettivo si sposterà sulla pista e potremo progredire. La chiave è prendere con calma questo weekend ed essere realistici. Ma chiaramente sono entusiasta, ho sognato di essere sulla griglia della MotoGP da quando ero piccolo”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese 

Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team

Marc and Alex Marquez, Repsol Honda Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Saprò come sto solo quando guiderò la Ducati"

Articolo precedente

Dovizioso: "Saprò come sto solo quando guiderò la Ducati"

Prossimo Articolo

Vinales: "Voglio una stagione piena di bei ricordi!"

Vinales: "Voglio una stagione piena di bei ricordi!"
Carica commenti
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021
Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione Prime

Rossi-Ducati: un sequel inatteso che offre la redenzione

Un decennio dopo il primo legame con Ducati, in quello che si è rivelato essere un periodo sfortunato della sua carriera in MotoGP, Valentino Rossi ha unito nuovamente le forze con il marchio Borgo Panigale, questa volta come proprietario di un team. E il legame VR46/Ducati che inizierà il prossimo anno ha il potenziale per raddrizzare la parentesi negativa del 2011/2012.

MotoGP
4 lug 2021