Marquez: "Arrivo al Mugello in vantaggio, ma con i piedi piantati a terra"

condivisioni
commenti
Marquez:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
29 mag 2018, 10:27

Il leader del Mondiale di MotoGP è pronto ad affrontare la gara di casa della Ducati, il GP d'Italia al Mugello. "Troveremo condizioni differenti rispetto ai test", ha aggiunto.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Questo fine settimana torna in scena il Motomondiale con il sesto appuntamento del 2018, il Gran Premio d'Italia sulla pista toscana del Mugello. Marc Marquez arriva in Italia con un bel margine di vantaggio nei confronti dei principali rivali, frutto delle vittorie ottenute nella prima parte della stagione e dei due ritiri consecutivi di Andrea Dovizioso.

Il pilota del team Honda Repsol correrà però sulla pista "nemica", che nell'ultimo ventennio è stato feudo dei piloti italiani. Lo scorso anno a trionfare è stato proprio il pilota della Ducati, che proprio dal Mugello iniziò la sua rincorsa al talento di Cervera, culminata all'ultima gara con il Mondiale finito però nelle mani dello spagnolo.

"E' bello andare al Mugello con un buon vantaggio in campionato, ma siamo ancora nella prima parte della stagione e tutto può ancora accadere, dunque dobbiamo tenere i piedi ben piantati a terra", ha affermato Marquez alla vigilia del weekend italiano.

Prima del Gran Premio di Fracia la Honda - assieme ad altri team tra cui proprio la Ducati - ha svolto un test sulla pista toscana in cui ha confermato di avere un grande potenziale.

"Abbiamo fatto un test al Mugello prima del Gran Premio di Francia e siamo stati in grado di essere veloci e molto consistenti. Questo, chiaramente, è un buon segnale, ma bisogna sempre vedere che tipo di situazione ci si presenterà davanti in questo fine settimana".

"Ci sono sempre interrogativi riguardo le gomme, l'assetto, le temperature. Per esempio, questo weekend potremmo trovare temperature più alte rispetto a quelle che abbiamo trovato nei test di qualche settimana fa, quindi dovremo impegnarci per gestire la situazione per questa gara".

Prossimo Articolo
Mugello: alla San Donato si frena da 355 a 90 km/h in meno di 300 metri

Articolo precedente

Mugello: alla San Donato si frena da 355 a 90 km/h in meno di 300 metri

Prossimo Articolo

Espargaro: "I prossimi due GP sono importanti per me e l'Aprilia"

Espargaro: "I prossimi due GP sono importanti per me e l'Aprilia"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Location Mugello
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Preview