Marini svela il suo futuro: "Nel 2022 avrò una Ducati ufficiale"

Luca Marini racconta come ha vissuto la scelta di ritirarsi da parte del fratello, Valentino Rossi, ma anche di com'è andata la prima prova dell'holeshot e di quale moto potrà disporre nella prossima stagione di MotoGP.

Marini svela il suo futuro: "Nel 2022 avrò una Ducati ufficiale"

Luca Marini è riuscito a mandare in archivio la prima giornata del weekend che ospita il GP di Stiria al Red Bull Ring con un 12esimo posto ottenuto sull'asfalto bagnato della pista austriaca.

Il pilota del team Esponsorama Racing è risultato più lenti di appena 128 millesimi di secondo nei confronti del compagno di squadra, Enea Bastianini, il quale ha chiuso in 11esima posizione la seconda sessione di prove libere della giornata.

Più del risultato, però, per Marini sono contate le prove fatte con il dispositivo holeshot al posteriore, che finalmente ha potuto provare nelle prime sessioni del GP di Stiria. Il sistema, sebbene abbassi la Desmosedici sul posteriore di qualche centimetro, non ha snaturato né le sensazioni, né la guida del pilota marchigiano.

"Pensavo cambiasse molto, pensavo fosse una sensazione strana, invece è andato tutto molto bene. Tutto molto normale. Sicuramente è una cosa molto complicata, super tecnologica messa a punto dagli ingegneri Ducati, ma quando sei in sella alla moto è una sensazione familiare".

"La MotoGP sul posteriore ha un'ammortizzatore che fa un'escursione molto ampia. Anche perché deve assorbire tutta la potenza che ha. DI fatto quello che fa è farti sentire ancora più basso. Però la transizione avviene in modo dolce e graduale".

"Credo abbiamo raggiunto un gran livello e non è una cosa complicata, né in frenata, né quando la moto si abbassa tutta. E' una sensazione normale, sono pochi millimetri alla fine. Pochi centimetri".

A 24 ore dall'annuncio del ritiro dalla MotoGP del fratello, Valentino Rossi, Luca Marini ha voluto esprimere il proprio pensiero a tal riguardo, affermando di non aver voluto intromettersi nelle scelte del 9 volte iridato.

"Per come sono fatto, non penso che forzare le persone sia la cosa giusta. Lui ha moltissime esperienze, è molto più grande di me, conosce questo mondo alla perfezione, sa quello che vuole e quello che magari vuole fare in futuro".

"Io penso che la decisione dovesse prenderla solo lui. Non mi è mai capitato di forzarlo a fare una cosa che magari non aveva voglia di fare. Correre insieme sarebbe stato affascinante, una bella favola, una bella conclusione, molto romantico. Ma ognuno deve vivere la vita come meglio crede. Se lui è contento, va bene così".

"Sarà però strano. Vivere la MotoGP senza Valentino sarà strano. 26 anni con lui. Io non ho mai visto la MotoGP senza Valentino. Vedremo come cambierà e come reagirà il pubblico. Spero che in tanti possano continuare a spingere noi piloti italiani".

Infine, Marini ha dato indicazioni importanti per quanto riguarda la prossima stagione, quella 2022, quando correrà per il team VR46 in sella a una Ducati che avrà le stesse specifiche di quelle ufficiali affidate a Francesco Bagnaia e Jack Miller.

"Abbiamo parlato per il 2022. La situazione si sta evolvendo. Però per quanto riguarda il pacchetto tecnico dovrebbe essere tutto definito. Si parla di una moto ufficiale dell'anno 2022. Vediamo, stiamo a vedere".

"Penso sia un grande sforzo da parte di Ducati. Sono certo che produrre una quantità maggiore di moto per il prossimo anno li impegnerà molto, ma spero che vada tutto nel migliore dei modi".

"Ogni volta che parlo con Ducati sono tutti molto propositivi, molto vicini, hanno affetto nei miei confronti e sono molto professionali. Sono molto felice se continuiamo assieme. Sono convinto che nel 2022 ci stupiranno molto con la nuova moto".

condivisioni
commenti
Marquez: "Non mi sento in dovere di prendere il posto di Rossi"

Articolo precedente

Marquez: "Non mi sento in dovere di prendere il posto di Rossi"

Prossimo Articolo

Mir critico: “La sicurezza al Red Bull Ring non è sufficiente”

Mir critico: “La sicurezza al Red Bull Ring non è sufficiente”
Carica commenti
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021