Lowes: "L'Aprilia deve battere la KTM al 100% nel 2017"

condivisioni
commenti
Lowes:
Jamie Klein
Di: Jamie Klein
Tradotto da: Matteo Nugnes
05 ott 2016, 15:47

Il team Aprilia MotoGP deve assolutamente battere la nuova arrivata KTM nella prossima stagione o almeno questa sarebbe l'intenzione di Sam Lowes, futuro pilota ufficiale della Casa italiana.

Sam Lowes, Aprilia Racing Team Gresini
Sam Lowes, Aprilia Gresini Racing Team
Sam Lowes, Aprilia Gresini Racing Team
Mika Kallio, KTM MotoGP, dimostrazione della moto
Mika Kallio, KTM RC16
Mika Kallio, KTM RC16
Stefan Bradl, Aprilia Racing Team Gresini
Stefan Bradl, Aprilia Racing Team Gresini, Alvaro Bautista, Aprilia Racing Team Gresini
Sam Lowes, Federal Oil Gresini Moto2

Lowes si appresta a fare il suo debutto nella classe regina dopo essere stato uno dei protagonisti della Moto2, andando ad affiancare Aleix Espargaro nella squadra di Gresini con un contratto di due anni.

Gli attuali piloti dell'Aprilia, Alvaro Bautista e Stefan Bradl però hanno vissuto una stagione difficile in sella alla RS-GP, con il settimo posto di Bradl in Argentina come miglior risultato del 2016.

E se si è vista una crescita dopo la domenica nera in Austria, nella quale entrambi i piloti sono stati criticati dall'Aprilia per aver anticipato la partenza, Lowes è consapevole che non stare regolarmente nella top 10 sarà considerato abbastanza nel 2017.

"Penso che la moto sia ad un buon livello ora" ha detto Lowes. "L'anno prossimo ci saranno 23 moto sulla griglia di partenza, quindi il primo compito sarà quello di stare sempre nella top 15 in qualifica. Poi spingersi nella top 10 in gara deve essere l'obiettivo".

"Penso che la moto migliorerà molto. Ho fatto solo un paio di test e sono già allo stesso livello di Bautista e Bradl, quindi credo che il potenziale della moto sia già abbastanza buono".

Quando gli è stato chiesto quali devono essere le aspettative dell'Aprilia per il suo terzo anno in MotoGP, ha aggiunto: "Credo si aspettino di stare nella top 10 e penso che sia realistico. Forse entro la fine dell'anno qualcosa in più".

"Ma quando spendi soldi e risorse, è normale aspettarsi qualcosa di questo tipo. Non è bello vedere le proprie moto vicine al fondo della griglia e questo posso comprenderlo".

Visti i buoni riscontri che sta avendo la KTM nelle sue prime uscite, c'è chi inizia a pensare che pur essendo al debutto la Casa austriaca possa provare a battere l'Aprilia.

Ma Lowes ha allontanato questa prospettiva, spiegando che in un test che le due squadra hanno condotto insieme a Misano, nel mese di agosto, è parso chiaro che i nuovi arrivati siano ancora indietro.

"La KTM è venuta ai test in Austria e bang, sembravano lì" ha detto. "E tutti hanno pensato che fossero davvero buoni".

"Ma già andando a guardare quando sono migliorati dal primo al secondo giorno, non lo hanno fatto tanto quanto gli altri".

"Hanno fatto tre giorni di test a Misano, quando noi ne abbiamo fatti due, e siamo stati molto più veloci di loro. Penso che loro saranno lì, ma che dobbiamo batterli".

Lowes poi ha aggiunto che non crede che i piloti titolari della KTM, Bradley Smith e Pol Espargaro, saranno tanto più veloci di Mika Kallio, che ha condotto lo sviluppo della RC16 e che la porterà al debutto con la wild card di Valencia.

"Penso che Kallio stia guidando la moto piuttosto bene" ha detto. "Tutti credono che Bradley e Pol saranno un secondo più veloci, ma io non sono così sicuro".

"La KTM sarà una squadra solida, ma noi dobbiamo stare davanti a loro, al 100%".

Prossimo articolo MotoGP
Doohan: "Il 2015 ultima chance di Valentino? Non penso"

Articolo precedente

Doohan: "Il 2015 ultima chance di Valentino? Non penso"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Iannone si crede molto importante, pensa solo a se stesso"

Dovizioso: "Iannone si crede molto importante, pensa solo a se stesso"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Sam Lowes
Team Red Bull KTM Factory Racing , Aprilia Racing Team
Autore Jamie Klein
Tipo di articolo Intervista