Losail, le novità della Grand Prix Commission

La Grand Prix Commission si è riunita per definire alcuni aspetti del regolamento con effetto immediato, dall’ambito sportivo a quello medico. La novità principale riguarda il long lap penalty.

Losail, le novità della Grand Prix Commission

La domenica di gara del primo appuntamento stagionale a Losail sta per cominciare. Ma prima che i piloti di Moto2 e Moto3 scendano in pista, dovranno prestare attenzione alle regole imposte dalla Grand Prix Commission, che avranno effetto immediato.

Per quanto riguarda il regolamento sportivo, la GPC conferma le condizioni per cui un pilota risulti classificato dopo l’interruzione di una gara. I piloti infatti devono ‘competere attivamente’ per poter essere classificati. Ci si riferisce dunque a piloti in pista o che provano a far ripartire la moto o rientrano in pista dalla pit lane.

La Grand Prix Commission ha deciso di aggiungere che la moto deve essere in condizioni di poter ritornare in pista. Gli Steward continueranno ad essere gli unici giudici per cui un pilota risulti attivamente in competizione, comprese le condizioni della moto e nessuno si potrà appellare alla decisione degli Steward.

Alcune misure sono attuate anche in ambito di penalità: un pilota che riceve un ride through o un long lap penalty avrà a disposizione tre giri per poter scontare la penalità. L’unica eccezione riguarda ora il doppio long lap penalty. Il pilota che li riceve potrà scontarli in cinque giri.

Nessun cambiamento invece per quanto riguarda le tariffe imposte ai piloti wildcard. Ma la tariffa per la licenza di un singolo evento verrà riscossa da IRTA, che poi la passerà alla FIM. Ciò è fatto per evitare un aumento di costi per i piloti.

La Grand Prix Commission si è espressa anche sul regolamento medico, che avrà sempre effetto immediato: a seguito della confusione generata in eventi passati infatti, è stato confermato che il costo del trasporto dal circuito all’ospedale di un pilota infortunato è sotto la responsabilità dell’organizzatore dell’evento.

I team e gli altri lavoratori nel paddock spesso hanno bisogno di cominciare a lavorare molto presto e di finire molto tardi. Il regolamento copre anche questo ambito e richiede la presenza dello staff medico in circuito dalle 7 alle 23 in ogni giornata dell’evento, quando il lavoro viene svolto nel paddock.

condivisioni
commenti
Honda, Suzuki, KTM e Aprilia faranno un test a Jerez

Articolo precedente

Honda, Suzuki, KTM e Aprilia faranno un test a Jerez

Prossimo Articolo

FIM, Viegas: "Cerchiamo già date alternative per Austin"

FIM, Viegas: "Cerchiamo già date alternative per Austin"
Carica commenti
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021