MotoGP
28 giu
-
30 giu
Evento concluso
05 lug
-
07 lug
Evento concluso
02 ago
-
04 ago
Evento concluso
09 ago
-
11 ago
Evento concluso
23 ago
-
25 ago
FP3 in
14 Ore
:
46 Minuti
:
12 Secondi
G
GP di San Marino
13 set
-
15 set
Prossimo evento tra
20 giorni
G
GP di Aragon
20 set
-
22 set
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP della Tailandia
04 ott
-
06 ott
Prossimo evento tra
41 giorni
G
GP del Giappone
18 ott
-
20 ott
Prossimo evento tra
55 giorni
G
GP d'Australia
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
83 giorni

Lorenzo: "Sono caduto per una distrazione. Un errore piccolo..."

condivisioni
commenti
Lorenzo: "Sono caduto per una distrazione. Un errore piccolo..."
Di:
10 set 2017, 16:40

Lo spagnolo ha raccontato come e perché è finito a terra al sesto giro del GP di San Marino quando si trovava in testa alla corsa con la sua Ducati Desmosedici numero 99.

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
La moto incidentata di Jorge Lorenzo, Ducati Team
La caduta di Jorge Lorenzo, Ducati Team

Un sogno durato 6 giri. La Ducati numero 99 in testa nei primi 6 giri del Gran Premio di San Marino a Misano Adriatico, poi un cambio di direzione, un'indecisione e tutto è terminato nella maniera peggiore. Jorge Lorenzo è finito a terra mentre era al comando della corsa dopo un'ottima prima parte di gara.

Al termine della corsa, il pilota maiorchino che da quest'anno difende i colori del team di Borgo Panigale, ha analizzato così quanto accaduto al sesto giro, poco prima di trovarsi sbalzato a terra dalla sua Rossa in seguito a un inatteso hugh side.

"Non mi aspettavo di cadere in quel punto. Ho commesso un errore, ho perso la concentrazione variando un po' la velocità nel cambio di direzione e ho frenato in maniera leggermente diversa con il freno posteriore. Questo è bastato per perdere la ruota dietro e cadere. In quel momento ero tranquillo, non stavo spingendo molto. Stavo gestendo i rischi, frenando in maniera tranquilla, non certo aggressiva, senza piegare molto in curva. Aprivo anche il gas molto delicatamente, ma sotto la pioggia non ti puoi distrarre mai. E' stato quello il mio errore".

"La cosa positiva è che non mi stavo giocando il Mondiale. Se mi fossi giocato il Mondiale e fossi caduto sarebbe stato molto peggio. Questo è un anno in cui posso permettermi di fare errori in modo tale da non farli più l'anno prossimo".

Lorenzo è molto dispiaciuto di come sia finita la sua gara, perché la moto sembrava avere un ritmo invidiabile. Dunque ha raccontato un altro particolare che potrebbe averlo distratto, portandolo così a commettere un piccolo errore che ha causato l'high side.

"La moto era davvero molto buona. Sotto l'acqua mi trovavo molto bene. Poi la pista ha iniziato ad asciugarsi e ho dovuto fare linee un po' differenti. Ma il problema è che mi sono deconcentrato e non si può in queste condizioni. Pensavo che le condizioni della pista non fossero critiche, invece dovevo essere più concentrato in quel cambio di direzione".

"Prima dell'incidente la moto andava bene. Cominciava a bloccare un po' troppo dietro e avevo deciso di cambiare un parametro per modificare il freno motore. Ne volevo meno. Questo sicuramente mi ha fatto perdere la concentrazione. Questa è stata una cosa strana, perché di solito mantenere la concentrazione è uno dei miei punti forti. Poi certo, queste condizioni sono più difficili. Sull'asciutto non sarei caduto, ma oggi bastava davvero poco".

Jorge ha poi cercato di fotografare il momento riguardante la lotta per il titolo mondiale piloti. Ora Dovizioso e Marquez sono a pari punti, mentre Vinales si è allontanato così come Pedrosa e l'assente per infortunio Valentino Rossi.

"Al momento sembra che sia una lotta per il Mondiale tra Andrea e Marquez. Sembrano loro i principali contendenti. Maverick sembra essere un po' più staccato, più in difficoltà rispetto a loro. Certo, Maverick è ancora in gioco, mentre la vedo più difficile ora per Rossi e Pedrosa. Ma si sa, in MotoGP tutto può succedere così come abbiamo visto nelle ultime gare tra GP bagnati, rotture di motore, cadute, infortuni. Non si sa ancora, ma ora mancano meno gare e penso che Dovi e Marquez siano quelli più consistenti".

Informazioni aggiuntive di Matteo Nugnes

Prossimo Articolo
Mondiale MotoGP 2017: Marquez e Dovizioso in testa a pari punti

Articolo precedente

Mondiale MotoGP 2017: Marquez e Dovizioso in testa a pari punti

Prossimo Articolo

Marquez: "Spero che i miei tifosi non applaudano mai una caduta"

Marquez: "Spero che i miei tifosi non applaudano mai una caduta"
Carica commenti