Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"

Jorge Lorenzo si confessa in un'intervista alla Gazzetta dello sport, dove fa il punto sulla stagione 2020, sulla situazione in MotoGP, sul proprio recente passato e sul futuro. E su Valentino Rossi sembra avere le idee chiare

Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"

Dal suo buen ritiro di Dubai - anche se, con ogni probabilità, preferirebbe la definizione di “prigione dorata” - Jorge Lorenzo sta vivendo il momento di lockdown lontano dalla propria residenza abituale di Lugano. Non per questo, tuttavia, il maiorchino si sen te in vacanza, anzi. Chi lo segue sui social network lo può vedere allenarsi con costanza, curando anche l’alimentazione. Quando la stagione inizierà, servirà il massimo sforzo da parte di tutti. Collaudatori di lusso compresi.

Leggi anche:

“Speriamo di ricominciare presto, ma non sono ottimista. Potrebbe anche essere che non si corra quest’anno”, dichiara Lorenzo alla Gazzetta dello Sport.

“Non sarei in forma per lottare per il mondiale, ma potrei andare forte per qualche giro. Per lottare per il mondiale, mi servirebbero un paio di settimane di lavoro intensivo”.

Jorge ha abbandonato la MotoGP dalla porta principale al termine di una stagione difficile con Honda, per poi rientrare nelle vesti di collaudatore Yamaha poche settimane dopo. “Per la gente sono ancora pilota, ma io mi sento molto lontano da quella realtà, guido una MotoGP, ma essere collaudatore non ha niente da vedere con l’energia, la concentrazione, col fuoco che c’è quando sei pilota titolare. Me la godo, non pensavo dopo il ritiro di ricevere subito l’offerta della Yamaha e quindi ho iniziato a pensare di accettare per restare sulle moto e offrire alla Yamaha la mia esperienza, visto che la Yamaha ha dato tanto a me. La Yamaha può crescere di motore e a livello generale, e con me ha piloti molto forti, poche hanno questo schieramento”.

Gli occhi, nella categoria regina del motomondiale, sono per Fabio Quartararo. Il pilota del team Petronas è il nuovo che avanza, ed il fatto che Yamaha lo abbia ufficializzato nel team factory con un anno di anticipo sembra non stupire Jorge, che crede sulle qualità di Fabio. “C’è simpatia perché lui è simpatico di natura, è sempre solare, non è malizioso. Ma in pista si trasforma, scherziamo su Instagram, ha tanto talento che è venuto fuori adesso. Sarà lui il grande rivale di Marquez? Chi lo sa? Lo sport e la MotoGP regalano sorprese, ma se la Yamaha migliora motore e trazione, vedo Fabio più forte del 2019 con più esperienza e ha più confidenza”.

Con Valentino Rossi, dopo un rapporto che si vuol eufemisticamente definire burrascoso da compagni di team, sembra essere scoppiata una forte intesa comunicata al mondo con messaggi di reciproco rispetto. “É naturale che il mio rapporto con Valentino sia migliorato. Rappresentiamo la Yamaha e quindi abbiamo lo stesso interesse, rispetto a quando eravamo rivali dentro al team. Cosa sceglierà per il futuro? Valentino ha scelto una vita che gli serve per avere uno spirito giovane, fa una vita divertente, se la gode e questo gli permette di affrontare meglio la pressione. Io sono più perfezionista, non sceglierei quella vita perché mi sembrerebbe di sprecare del tempo. Quindi se lui è felice e motivato l’età è solo un numero. In più guida la moto ideale, quella più docile, se ritrova confidenza e sensazioni i risultati possono migliorare. Lui il mio più grande rivale? Lui, Pedrosa e Stoner”.

Non poteva mancare, conoscendo Jorge, una stoccata finale a tutti coloro che lo indicavano come pilota che avesse avuto paura della Honda. “Non so come possa dire che avevo paura della Honda - ha detto - non ho mai usato quella parola. Ho detto che quando ho forzato il ritmo con quella moto sono caduto e quindi che non avevo confidenza. Ma da qui a dire che avessi paura, ce ne corre…"

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
1/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
2/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
4/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Silvano Galbusera, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Silvano Galbusera, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Silvano Galbusera, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Silvano Galbusera, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Articolo precedente

Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Prossimo Articolo

Le stagioni più corte della storia del Motomondiale

Le stagioni più corte della storia del Motomondiale
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021