Lorenzo: “Rossi diede l’ultimatum a Yamaha, disse o me o lui”

Alla vigilia del Gran Premio di Francia, Jorge Lorenzo ha ricordato come è stata vissuta l’edizione 2010 all’interno del team Yamaha, quando condivideva il box con Valentino Rossi.

Lorenzo: “Rossi diede l’ultimatum a Yamaha, disse o me o lui”
Carica lettore audio

Dopo due stagioni in cui hanno condiviso il team, la tensione tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo aumentava sempre di più. Nel 2010 il Dottore arrivava da due titoli mondiali consecutivi in MotoGP, ma il maiorchino gli faceva sempre più ombra.

Infatti, al terzo gran premio di quell’anno, in Francia, Lorenzo arrivava a Le Mans da leader del campionato, con quattro punti di vantaggio sul suo compagno di squadra. Rossi aveva vinto la prima gara in Qatar, ma prima di Jerez aveva avuto un incidente in cross a Jerez, dove invece era riuscito ad imporsi Lorenzo.

I due arrivavano a Le Mans con le spade sguainate: Rossi cercava di recuperare il dominio nel team, mentre Lorenzo voleva confermare il cambio generazionale. Entrambi erano in scadenza di contratto quell’anno e il Dottore aveva sul tavolo un’offerta di Ducati interessante. L’intenzione del pilota di Tavullia però era quella di proseguire in Yamaha senza lo spagnolo dall’altra parte del box.

Nel Gran Premio di Francia, Rossi ha soffiato la pole a Lorenzo per 54 millesimi. In quel momento, il nove volte campione del mondo ha fatto sapere alla Casa di Iwata che avrebbe dovuto scegliere tra uno dei due per l’anno successivo.

Jorge Lorenzo ricorda quel fine settimana nella sua trasmissione 99 seconds del suo canale YouTube: “Rossi mi ha tolto la pole per qualche centesimo. Era una gara vitale per entrambi, qualche pilota iniziava a negoziare per l’anno successivo. Valentino aveva cominciato a parlare con Yamaha e in sostanza aveva detto ‘o me o Lorenzo’. Con sorpresa, Yamaha lo aveva accolto a braccia aperte, ma gli aveva risposto ‘se vuoi, siamo qui, ma non faremo a meno di Lorenzo’. Questo a Valentino non è piaciuto, lo ha vissuto come un tradimento dopo o titoli e quello che aveva fatto dal 2004. Ma Yamaha stava pensando al futuro e non era disposta a fare a meno di me”.

Tuttavia, la gara è stata una storia diversa. Lorenzo ha potuto studiare Rossi per preparare il sorpasso, vincendo con più di cinque secondi di margine: “In gara sono partito male e ho perso una posizione con Pedrosa. L’ho superato e da dietro ho potuto vedere i punti dove ero superiore a Rossi. L’ho sorpassato alla Curva 1, ma mi ha risposto alla curva successiva, alla chicane Dunlop. Ho iniziato a pensare al punto di sorpasso successivo. Ci ho provato nello stesso punto e quando ci sono riuscito ho cercato di chiudere il più possibile tutte le porte. Sul rettilineo principale mi sono detto di andare un po’ più veloce. Valentino ha provato a spingere, ma non ci riusciva e per questo aveva iniziato a commettere errori. Ho preso mezzo secondo e il tuo rivale, quando vede che deve rischiare molto, desiste”.  

Al Gran Premio dopo, al Mugello, Rossi si è infortunato alla gamba, dicendo addio alle sue possibilità di lottare per il titolo. Alla fine ha deciso di accettare l’offerta di Ducati, mentre nel 2010 Lorenzo ha conquistato il suo primo titolo mondiale in MotoGP, rinnovando per altri due anni con Yamaha.

condivisioni
commenti
Schwantz: "Mir sente la pressione, ha bisogno di vincere"
Articolo precedente

Schwantz: "Mir sente la pressione, ha bisogno di vincere"

Prossimo Articolo

Espargaro: "Aprilia ora è la rivoluzione della MotoGP"

Espargaro: "Aprilia ora è la rivoluzione della MotoGP"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021