Lorenzo: "Pensavo che la pole fosse mia, ma abbiamo un gran passo gara"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 ago 2016, 17:38

Jorge Lorenzo ha visto sfumare la pole a Brno a causa di un giro straordinario di Marc Marquez. Il maiorchino della Yamaha scatterà in seconda posizione, davanti alla Ducati di Andrea Iannone.

Il poleman Marc Marquez, Repsol Honda Team con il secondo qualificato Jorge Lorenzo, Yamaha Factory
Il secondo qualificato Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing nel parco chiuso
Il poleman Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo qualificato Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Rac
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Dopo il gran tempo centrato nelle Libere 3, Jorge Lorenzo era il naturale favorito per fare la pole position sul tracciato di Brno, sede del Gran Premio della Repubblica Ceca. Invece Marc Marquez ha beffato tutti, siglando la pole e il nuovo record della pista sul giro secco.

"Io mi aspettavo di fare la pole position oggi, pensavo di poter fare il tempo che ho fatto stamattina, ma credo che anche Marquez pensasse di poterlo fare e questo, assieme alla scia che gli ha dato Valentino, questo lo ha certamente spinto un po' di più, gli ha fatto farequello step in più", ha detto Jorge al termine delle Qualifiche.

"Con la seconda gomma posteriore pensavo di essere molto più veloce. Ma forse sono stato troppo aggressivo e ho fatto curve con meno percorrenza del dovuto e questo mi ha probabilmente penalizzato. Ma l'importante è essere in prima fila e domani fare una buona partenza. Con la gomma usata siamo costanti, veloci e competitivi".

Per domani le previsioni meteo su Brno hanno dato pioggia nella prima parte della giornata. E' noto che Jorge non sia il pilota più forte sotto l'acqua e, anche per questo, il maiorchino non nega di sperare nella pista asciutta per la gara di domani.

"Quasi tutti i piloti preferiscono correre con l'asciutto domani. Però il tempo non possiamo controllarlo. Se domani piove dobbiamo fare il Warm Up sotto la pioggia e vedere che succede nel corso della gara. Penso che abbiamo fatto un gran lavoro sull'asciutto, abbiamo un gran passo, ma se piove sarà un'altra storia".

"Piano piano abbiamo migliorato moto e passo. Sul giro secco sappiamo che Marc è uno dei piloti più forti, se non il migliore in assoluto, e questo ha fatto in modo che lui trovasse un gran giro. Io invece non sono stato perfetto e non siamo stati forti come lui. Il tempo di questa mattina l'ho colto come faccio sempre. Non ho snaturato la mia guida. Ho tirato al massimo per qualificarmi in Q2 direttamente".

Anche lui, così come Rossi e Dovizioso, all'ultimo giro ha trovato molto traffico, ma il minor grip dell'asfalto non gli avrebbe comunque consentito di replicare il gran tempo delle Libere 3: "Nell'ultimo giro a mia disposizione ho trovato traffico. Davanti a me avevo Bautista (in realtà era Pol Espargaro, ndr), Valentino e Marquez ma questo pomeriggio c'era meno grip sull'asfalto e sarebbe comunque stato molto difficile replicare il tempo che ho fatto questa mattina".

Prossimo articolo MotoGP
Rossi: "Ora nelle Qualifiche ci vuole culo. Siamo in 4 per la vittoria"

Articolo precedente

Rossi: "Ora nelle Qualifiche ci vuole culo. Siamo in 4 per la vittoria"

Prossimo Articolo

Fotogallery: gli scatti più belli delle Qualifiche di Brno

Fotogallery: gli scatti più belli delle Qualifiche di Brno
Carica commenti