Lorenzo: “Peggio di quanto ci aspettassimo"

Il pilota Honda ha chiuso la gara di Misano in 14esima posizione solo per le numerose cadute dei piloti davanti a sé, ma paga 17 secondi da Marc Marquez.

Lorenzo: “Peggio di quanto ci aspettassimo"

Il Gran Premio di San Marino non è stato memorabile per Jorge Lorenzo, che ha tagliato il traguardo a 17 secondi dal vincitore, il suo compagno di squadra Marc Marquez. In nessun momento della gara il maiorchino ha dato prova di poter battagliare e solo Syahrin e Abraham hanno concluso la gara dietro di lui.

Le sei cadute avvenute con il passare dei giri gli hanno permesso di guadagnare qualche posizione e di rientrare nella zona punti. Ma questo risultato non maschera le difficoltà che continua ad avere il tre volte campione del mondo MotoGP: “È stato peggio di quanto ci aspettassimo. Già dal primo giro ho visto che non riuscivo a fermare la moto come volevo e così è complicato”.

Lorenzo è stato l’unico di tutta la griglia a montare la gomma morbida sia all’anteriore che al posteriore, una decisione rischiosa che si è dimostrata sbagliata, dato che ben 19 piloti avevano scelto l’opzione media per entrambe le ruote: “La mancanza di grip ed il fatto di aver scelto due morbide non ci hanno favorito. Però abbiamo fatto un passo avanti”.

Leggi anche:

Anche a Silverstone, gara dove il pilota Honda è rientrato dopo aver saltato quattro gran premi, aveva chiuso in 14esima posizione, ma a 56 secondi dal vincitore. Qui la differenza è stata minore, ma ancora sopra il livello minimo che si deve pretendere: “La progressione è buona, ma la posizione non lo è e sono 47 secondi dal vincitore. Per vincere una maratona non puoi chiudere a 20 minuti dal vincitore, prima devi essere a 10 minuti, poi a cinque. Se a Silverstone mi aspettavo di andare peggio, qui pensavo di andare meglio, più veloce. Siamo lontani dal nostro miglior rendimento quest’anno”.

Non c’è tempo per continuare a recuperare dall’infortunio che gli ha fatto perdere quattro gare, la prossima settimana arriva il Gran Premio di Aragon, dove le aspettative non sono alte. È più ottimista per quanto riguarda la tripletta asiatica: “Motorland sarà difficile, ma dopo spero di potermi allenare di più per arrivare in condizioni migliori alla tripletta asiatica. Non credo di fare dei grossi passi in avanti in una gara, sarà una cosa progressiva. Il tempo tra Aragon e la Thailandia ci sarà più opzioni”.

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
1/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
3/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
5/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
8/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
10/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Petrucci deluso: "Non posso dimagrire 15 kg!"

Articolo precedente

Petrucci deluso: "Non posso dimagrire 15 kg!"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Dobbiamo restare tranqulli e portare a casa il massimo"

Dovizioso: "Dobbiamo restare tranqulli e portare a casa il massimo"
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021