Lorenzo, ora è crisi. E Honda non lo vuole più aspettare

Il Gran Premio di Spagna ha rappresentato una nuova disfatta per il cinque volte campione del mondo, che si dirige verso Le Mans con sensazioni tutt'altro che positive. Honda cerca dei risultati e li chiede nell'immediato, la pressione inizia a farsi sentire.

Lorenzo, ora è crisi. E Honda non lo vuole più aspettare

Jerez, primo appuntamento europeo e circuito di casa di Jorge Lorenzo: il maiorchino era chiamato al riscatto dopo un avvio di stagione complicato e sotto le aspettative. L'avventura in Honda non è iniziata nel migliore dei modi per il cinque volte campione del mondo MotoGP, che ha fronteggiato problemi di adattamento alla moto, condizionati anche dal fisico debilitato dai recenti infortuni.

Il Gran Premio di Spagna avrebbe dovuto rappresentare un momento di svolta, come dichiarato dallo stesso spagnolo, che ad inizio stagione si era sbilanciato affermando di essersi allenato duramente per focalizzare la propria attenzione proprio sull'appuntamento di casa.

Leggi anche:

Eppure il weekend di Jerez si è concluso in maniera amara, ad eccezione della prima sessione di prove libere, Lorenzo è rimasto sempre attardato, non riuscendo mai ad essere incisivo e pagando una grande differenza dal compagno di squadra. Di certo non è stato il fine settimana che sia Jorge sia Honda avrebbero voluto e l'inizio di questo nuovo percorso è anche più complicato rispetto all'epoca Ducati. Proprio a Jerez infatti, lo spagnolo aveva trovato il primo podio con la Desmosedici e anche quest'anno il tracciato andaluso avrebbe potuto fare da spartiacque.

Ma, mentre Marc Marquez si è riscattato dopo la caduta di Austin vincendo con un dominio impressionante e tornando in testa al mondiale, Jorge Lorenzo ha continuato ad arrancare, non riuscendo a soddisfare le richieste della squadra, che ambiva ad un doppio podio nella prima gara spagnola. Il maiorchino è finito addirittura alle spalle delle Honda clienti di Crutchlow e Nakagami, oltre alla RV213V laboratorio di Stefan Bradl.

 

I risultati tardano ad arrivare e, per quanto i tempi fatti segnare nei test di Jerez siano stati discreti, il clima non è affatto disteso. Ha completato 93 giri, lavorando su quasi tutte le aree della moto, ma la giornata di test è stata caratterizzata anche da due cadute. Un Jorge irriconoscibile quello di Jerez, apparso anche arrendevole in qualifica, dove è caduto a pochi minuti dal termine senza più scendere in pista. Il morale dello spagnolo è a terra, ma la Casa alata inizia a fare pressione.

Honda, inoltre, sino a ora ha cercato di accontentarlo in tutti i modi, portando pezzi nuovi senza soluzione di continuità per cercare di renderlo più comodo sulla RC213V - si parla di serbatoio e, ultimamente, di sella - e di farlo rendere al massimo delle sue possibilità. Le prestazioni, però, non arrivano e Honda sembra decisa a dare un freno al numero di componenti nuove da costruire per aiutarlo. La Casa giapponese ha cercato di venire incontro al suo nuovo pilota, ora però è Jorge che deve mettere qualcosa di più per arrivare ai risultati attesi.

Quanto tempo richiederà ancora l'adattamento alla Honda nessuno lo sa, ma quel che è certo è che il team Repsol sta iniziando a mettere il sale sulla coda al pluricampione del mondo, ancora a digiuno di podi e di vittorie con la RC213V. Honda pare aver già dato l'ultimatum a Jorge. Quanto ancora potrà attendere? Anche questo non è dato saperlo al momento, ma sicuramente la pressione inizia a diventare sempre più forte e pesa moltissimo sulle spalle di Lorenzo, chiamato ad un netto cambio di rotta già a partire dal prossimo appuntamento, in programma a Le Mans.

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
1/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
2/31

Foto di: Miquel Liso

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
3/31

Foto di: Miquel Liso

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
4/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
5/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
6/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
7/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
8/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
9/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
10/31

Foto di: MotoGP

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
11/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
12/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
13/31

Foto di: Miquel Liso

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
14/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
15/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
16/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
17/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
18/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
19/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
20/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
21/31

Foto di: Miquel Liso

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
22/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
23/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
24/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
25/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
26/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
27/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
28/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
29/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
30/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team
31/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Yamaha ridurrà il chilometraggio del pezzo che si è rotto sulla M1 di Quartararo

Articolo precedente

Yamaha ridurrà il chilometraggio del pezzo che si è rotto sulla M1 di Quartararo

Prossimo Articolo

Solo pochi giri per Iannone nei test di Jerez: "Sono certo che a Le Mans sarò al 100%"

Solo pochi giri per Iannone nei test di Jerez: "Sono certo che a Le Mans sarò al 100%"
Carica commenti
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021