Lorenzo: "Oggi non è andata bene, ma stiamo calmi"

Il maiorchino oggi è incappato in una caduta e in Australia non ha trovato lo stesso feeling di Sepang. Pure lui, come Valentino, ha deciso di puntare sulla Yamaha M1 "ibrida", quella più simile al 2015.

La tre giorni di test a Phillip Island si è conclusa con il "botto" per Jorge Lorenzo. Il maiorchino è incappato in una caduta che ha messo anzitempo la parola fine alla sua giornata. Quella odierna poi era già stata una sessione abbastanza storta, perché il campione del mondo non era riuscito a sfruttare come avrebbe voluto l'unica gomma nuova rimasta per la sua Yamaha.

Il bilancio della trasferta australiana, dunque, non è particolarmente positivo, anche se lo spagnolo non si vuole fasciare la testa prima di vedere come andrà tra due settimane in Qatar: "Oggi non è andata bene, ma dobbiamo rimanere calmi perché sono sicuro che in futuro le cose andranno meglio. A Sepang avevamo vissuto tre giorni perfetti, qui invece le cose sono cambiate, ma anche perché il layout della pista è molto diverso. Vediamo cosa succederà in Qatar".

Jorge ha anche spiegato come mai oggi è rimasto lontano dalle posizioni di vertice: "Avevamo deciso di risparmiare l'unica gomma nuova che ci era rimasta e quindi in mattinata ho utilizzato quelle usate. Quando poi abbiamo deciso di montarla per provare a fare il tempo ha iniziato a piovere, quindi abbiamo rimandato al pomeriggio. Quando alla fine l'abbiamo utilizzata è caduto Laverty, quindi ho dovuto rinunciare al mio tentativo".

Poi ha raccontato la sua caduta, avvenuta all'inizio del long run: "Quando sono tornato in pista per la simulazione di gara, sono caduto al primo giro perché c'era freddo. Forse ho frenato un pochino troppo forte per il poco grip che c'era in quel momento e sono scivolato. Dunque, ho dovuto chiudere la mia giornata in leggero anticipo".

Pure lui, come Valentino Rossi, sembra poi indirizzato a proseguire con la M1 "ibrida", ovvero quella più simile a quella del 2015. "Al momento penso che la moto più simile a quella dell'anno scorso sia migliore rispetto alla 2016. Probabilmente in Qatar non utilizzeremo neanche la 2016, perché al momento ha alcuni problemi che vanno risolti e proveremo a migliorarla".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Phillip Island, test di febbraio
Sub-evento Venerdì
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Test