Lorenzo: "Non sono a mio agio, non mi viene il tempo"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont , MotoGP Editor
17 feb 2018, 16:03

Il pilota della Ducati non ha ancora trovato la strada giusta con la moto nuova ed insiste sul fatto che deve continuare a lavorare molto per risolvere i suoi problemi.

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Nell'ultima giornata dei test di Sepang, Lorenzo era riuscito a mostrare la sua versione migliore, battendo il record della pista. In Malesia, su una pista favorevole alla Ducati, tutti i piloti del marchio erano concordi sul fatto che la nuova moto fosse migliore della vecchia.

Sulla carta, il circuito di Buriram ricorda quello dell'Austria, dove la Ducati ha vinto nelle ultime due stagioni, quindi tutti si attendevano di vedere davanti le Rosse. Tuttavia, una volta qui, i piloti hanno sottolineato che questa pista è più simile a Termas de Rio Hondo e quindi non così favorevole alle moto di Borgo Panigale.

Dunque, su una pista più neutrale, la Ducati è in grado di valutare pregi e difetti della moto 2018. Già in Malesia, Lorenzo aveva sottolineato che questa versione andava ancora migliorata per alcuni aspetti. Un discorso che ha confermato dopo la seconda giornata in Thailandia.

"E' chiaro che il nuovo motore ed il nuovo telaio hanno molti aspetti positivi, ma anche alcuni negativi, come avevamo già visto a Sepang. Sono queste le cose che dobbiamo provare a risolvere o almeno a trovare la strada per farlo" ha detto Lorenzo alla fine della seconda giornata di test.

A peggiorare le cose per lui oggi, Lorenzo è andato anche in pista con un telaio danneggiato e questo gli ha impedito di essere più veloce. Il maiorchino quindi è stato costretto a cambiare la sua moto e non ha ritrovato lo stesso feeling con l'altra.

"Non sono a mio agio, non mi viene il tempo. Questa mattina abbiamo avuto anche una crepa nel telaio ed eravamo un secondo più lenti. Ma in ogni caso, anche con la moto in buone condizioni, sono lontano dai più veloci, soprattutto da Marquez, che mi sembra molto forte qui".

In questo test la Ducati ha portato un nuovo telaio ed una nuova carena. Il maiorchino proverà il telaio domani e non esclude di fare un confronto con la moto 2017 in Qatar per trarre delle conclusioni.

"Stiamo montando il nuovo telaio per utilizzarlo domani. Dobbiamo lavorare molto e provare molte cose per capirlo a fondo. Da un circuito all'altro sono cambiate tante cose, quindi tutto è possibile. Poi dobbiamo fare una bella chiacchierata e decidere cosa fare in Qatar" ha concluso.

Prossimo articolo MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento Test di Febbraio a Buriram
Sotto-evento Sabato
Location Chang International Circuit
Piloti Jorge Lorenzo
Team Ducati Team
Autore Oriol Puigdemont
Tipo di articolo Ultime notizie