Lorenzo non esclude il ritorno: “Con Yamaha sono di nuovo felice”

Jorge Lorenzo ha avuto il suo momento da protagonista nella presentazione del team Yamaha Factory del 2020. Il nuovo collaudatore della Casa giapponese ha lasciato una porta socchiusa sul possibile ritorno alle gare nel 2021.

Lorenzo non esclude il ritorno: “Con Yamaha sono di nuovo felice”

Il team Yamaha è stato presentato oggi a Sepang e, dopo aver svelato i colori della M1 del 2020 con la line-up dei piloti titolari di quest’anno Maverick Viñales e Valentino Rossi, è apparso Jorge Lorenzo, che si è posto al centro della foto, accanto al suo ex compagno di squadra.

Dopo le fotografie di rito, si è passati alla conferenza stampa e nella parte finale è stato chiamato ad intervenire Lorenzo, che è tornato ad essere protagonista dopo l’unveiling della moto con l’invito a rispondere alle domande.

Lo spagnolo è stato accolto in Yamaha con calore, anche da parte del suo ex compagno di squadra e grande rivale, Valentino Rossi. Il Dottore, che quest’anno correrà per l’ultima volta nel team ufficiale, ha riconosciuto di aver fatto pressioni a Yamaha per avere Jorge Lorenzo come tester: “Avrà anche avuto grandi problemi con la Honda l’anno scorso, ma sapevo che sarebbe tornato ad essere competitivo da subito in sella alla M1”.

Leggi anche:

Anche lo stesso Lorenzo appare felice di tornare alla Casa di Iwata, dove ha esordito in MotoGP e ha conquistato tre dei suoi cinque titoli mondiali: “Sono contento di essere tornato a casa, in Yamaha, l’unico team con cui sono riuscito a diventare Campione del mondo in MotoGP”.

Il maiorchino è salito per la prima volta sulla M1 dopo ben tre anni durante lo shakedown a Sepang, due giorni fa. In quell’occasione ha provato delle sensazioni così positive che non esclude un ritorno alle gare nel 2021: “La mia idea iniziale, quando mi sono ritirato, era quella di andarmene per sempre perché mi sento in un momento diverso della mia vita. Ma ora, con Yamaha, sono tornato a sentire la felicità di guidare. Se a Valencia le possibilità di non tornare erano al 99%, ora direi che sono al 98%”.

Lo spagnolo aveva infatti annunciato il ritiro dalle corse alla fine della scorsa stagione, quando gli restava ancora un anno di contratto con Honda. Lorenzo ha spiegato i termini della fine anticipata della collaborazione: “Alberto Puig è sempre stato molto intelligente, leale e ho sempre avuto il suo sostegno. Gli sono molto grato, perché non è stata messa nessuna clausola nella rescissione del contratto che indicasse che non potessi correre con nessun’altra squadra”.

Prima della stagione in Honda, il cinque volte campione del mondo ha trascorso due anni in Ducati, una moto complicata ma che è riuscito pian piano a domare prima di lasciarla. Lorenzo mette a confronto le tre moto diverse con cui ha corso in MotoGP: “La Ducati è molto potente, la Honda è molto difficile da descrivere, ma posso dire che sia una moto agile. Yamaha è la moto più adeguata ad un pilota che ha uno stile di guida pulito e fluido come me”.

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
1/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
2/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Lin Jarvis,Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Lin Jarvis,Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo Yamaha, Valentino Rossi, Yamaha
Jorge Lorenzo Yamaha, Valentino Rossi, Yamaha
10/10

Foto di: MotoGP

condivisioni
commenti
Jarvis: "Non ho discusso con Puig per Lorenzo"
Articolo precedente

Jarvis: "Non ho discusso con Puig per Lorenzo"

Prossimo Articolo

Mir: "Rinnovare con Suzuki è la priorità, ma ho altre opzioni"

Mir: "Rinnovare con Suzuki è la priorità, ma ho altre opzioni"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021