Lorenzo: "La seconda gomma non ha funzionato a dovere"

Nonostante qualche difficoltà nel suo secondo run, il maiorchino ha firmato la sua 62esima pole in carriera nel Motomondiale, diventando il nuovo recordman della specialità (contando tutte le classi).

Se Valentino Rossi lo ha superato nella corsa al rinnovo con la Yamaha, questa sera Jorge Lorenzo si è preso la sua rivincita, scavalcando il "Dottore" in cima alla classifica di tutti i tempi delle pole position nel Motomondiale. Quella arrivata nel GP del Qatar non è solo la prima partenza al palo dell'era Michelin della MotoGP, ma anche la 62esima della carriera del maiorchino contro le 61 del pesarese.

Discorso che vale se si guarda a tutte le classi, se invece ci si limita a quella regina, Jorge è ancora lontano dalle 58 di Mick Doohan, essendo a quota 36. Tuttavia, una volta concluse le qualifiche ci ha tenuto a sottolineare questo dato statistico importante.

"Non è male fare il record di pole position nella prima gara del Mondiale. Oggi è stato abbastanza difficile mantenere la calma e cercare di non cadere, perché a volte hai un buon feeling con la gomma posteriore, poi lo cambi e si modificano le sensazioni" ha detto il campione del mondo in carica.

Proprio una gomma che non ha funzionato a dovere ha messo in dubbio la sua pole, ma fortunatamente per lui la Q2 di Losail è stata più lenta delle aspettative: "Questo è quello che mi è capitato nel mio secondo tentativo, ma per fortuna il tempo che avevo ottenuto nel primo run mi è stato sufficiente per mantenere la pole position. Mi aspettavo di poter essere più veloce e che in diversi si sarebbero avvicinati all'1'54"0, ma il mio 1'54"5 mi è bastato per la pole".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP del Qatar
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Losail International Circuit
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Ultime notizie