Lorenzo: "La prima vittoria con la Ducati non è un'ossessione"

Nonostante la sua costante crescita, Jorge Lorenzo non sente la pressione di dover vincere la sua prima gara con la Ducati entro la fine della stagione.

La graduale progressione di Jorge Lorenzo in sella alla Ducati suggerisce che ormai sia solo una questione di tempo per la sua prima vittoria in Rosso. Il maiorchino però non vuole sentire addosso la pressione di doverla assolutamente ottenere nelle ultime quattro gare del 2017 e pensa solo a godersi questo finale di stagione.

"Da Brno siamo migliorati molto più velocemente e stiamo crescendo molto" ha detto Jorge.

A Motegi Lorenzo è sempre stato molto veloce, vincendo per ben tre volte in passato. Senza considerare che il record del tracciato appartiene ancora a lui.

"Il GP del Giappone è la gara più favorevole della tripletta, sia per quanto riguarda l'asfalto che la configurazione del tracciato" ha spiegato lo spagnolo, volgendo già lo sguardo anche alle prossime gare in Australia e Malesia.

Al momento, per questo fine settimana è annunciata una certa instabilità climatica, che potrebbe aprire diversi scenari.

"Dovremo vedere anche il meteo, perché se pioverà le prestazioni dei piloti saranno un'incognita".

In questa stagione Lorenzo non è mai riuscito ad inserirsi nella lotta per il titolo, ma ancora una volta ha ribadito che non gli è ancora stato chiesto nulla a livello di ordini di scuderia.

"Non avere niente da perdere ti permette di correre più liberamente. Inoltre in Ducati non abbiamo ancora parlato della situazione in campionato di Dovi".

Jorge arriva in Giappone, dove lo scorso anno è caduto quando si trovava in seconda posizione, dopo essere riuscito a ritornare sul podio ad Aragon.

"E' cambiata una combinazione di fattori. Ora sono in questa squadra da nove mesi, abbiamo fatto un grosso passo avanti a Brno ed ora so di cosa ha bisogno questa moto per andare forte".

Questa prima vittoria in Ducati che tarda ad arrivare però non sembra preoccuparlo, almeno apparentemente.

"Non è un'ossessione, e forse ci sono più possibilità di non riuscire a raggiungerla in questa stagione che di conquistarla" ha avvisato.

"Sono sempre più a mio agio, ma questo non mi assicura che otterrò la mia prima vittoria quest'anno".

Il pilota della Ducati non ha intenzione comunque di utilizzare questa parte finale della stagione in preparazione al prossimo anno.

"Le ultime quattro gare non sono come un pre-campionato, perché in inverno c'è ancora meno pressione. Ma posso anche rischiare un po' di più, perché se cado non succede niente".

Senza pressione e con gli evidenti miglioramenti delle ultime uscite, l'aspettativa è di lottare al vertice.

"Ora è più facile inserirsi nelle prime posizioni rispetto all'inizio dell'anno" ha detto, mandando un messaggio importante per il futuro.

"Il mio obiettivo non è solo il titolo, ma rendere la Ducati la moto migliore sulla griglia della MotoGP".

Infine, per quanto riguarda un suo pronostico per la corsa al titolo, ha detto: "E' chiaro che Marquez è il favorito".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP del Giappone
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag , ducati, japon, jorge lorenzo, lorenzo, motegi, motogp, victoria