Lorenzo: "La mia miglior Q2, ma la pole non serve se poi non vinci la gara"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
Tradotto da: Matteo Nugnes
08 set 2018, 16:46

Jorge Lorenzo ha conquistato la pole position del Gran Premio di San Marino di MotoGP, ottenendo i due tempi migliori della Q2 nella prima e nella terza uscita che ha fatto con la sua Ducati.

Lo spagnolo ha fatto il suo miglior giro in 1'31"629, nuovo record della pista di Misano, al suo terzo tentativo, ma già nel suo primo giro lanciato era riuscito a lasciare un segno in 1'31"763, un tempo migliore rispetto a quelli dei suoi rivali. Il secondo più veloce, Jack Miller, per esempio ha girato in 1'31"916, quindi Jorge avrebbe di fatto conquistato le prime due posizioni.

Lorenzo, che aveva già ottenuto la sua prima pole position con la Ducati a Barcellona lo scorso giugno, concedendo il bis due settimane fa a Silverstone, prima che la gara venisse cancellata a causa delle cattive condizioni dell'asfalto. A queste ne ha aggiunta una terza, toccano quota 42 in MotoGP e 68 nel Mondiale.

Il maiorchino era euforico quando è arrivato al parco chiuso dopo la Q2 ed ha scherzato: "Sono stato fortunato che non mi abbiano visto, ma la verità è che ho tagliato la chicane per fare quel tempo".

"Parlando seriamente, oggi ero molto ispirato. Nel primo giro ho tirato al massimo ed ho trovato il ritmo molto velocemente. Quando ho visto 1'31"7 sono rimasto impressionato sapendo che era il primo tentativo. Poi mi sono calmato ed ho deciso di uscire con l'altra moto, su cui avevo la gomma morbida all'anteriore, ma ho sbagliato la prima frenata e sono andato lungo".

"Non ero sicuro di quale gomma mi potesse dare le prestazioni migliori all'anteriore, quindi alla fine ho optato per la soft nella terza uscita e sono riuscito a migliorare di un altro paio di decimi" ha detto il pilota della Ducati.

Leggi anche:

Tre pole, due di fila, qualcosa che a Lorenzo non riusciva dal 2013, quando le aveva infilate tra Australia e Giappone. Sembra proprio che sia tornato il miglior Lorenzo.

"Sono tornato. Non bisogna mai gettare la spugna. Se insisti e continui a lavorare, i buoni risultati arrivano sempre" ha detto.

"E' stata una delle Q2 migliori della mia vita: staccare di tre decimi il secondo non è facile in MotoGP, devi avere tantissima concentrazione ed altrettanta precisione. Abbiamo migliorato la moto ed abbiamo una buona base. E' fondamentale la scelta delle gomme per domani ed è quello su cui dobbiamo lavorare stasera".

Lorenzo ha firmato la pole con le gomme morbide, un'opzione che sembra complicata per la gara.

"E' tutto possibile, puoi anche mettere la morbida al posteriore, il circuito ha più grip, quindi vedremo nel warm-up se può essere un'opzione".

Alla fine della Q2, Davide Tardozzi ha ripetuto più volte davanti alle telecamere: "Numero 1"...

"L'atmosfera in squadra è da sogno, stiamo facendo regolarmente delle doppiette e gli ingegneri hanno fatto un ottimo lavoro, spettacolare. Non è facile lottare con i giapponesi e noi ci stiamo riuscendo".

Tuttavia, Lorenzo non vuole perdere di vista il vero obiettivo.

"La pole è inutile se poi non vinci la gara. Siamo pronti, ma dobbiamo finire una gara molto lunga".

Con la forma che ha trovato adesso, è veramente un peccato che Jorge debba lasciare la Ducati a fine anno.

"Può capitare a una squadra o ad un pilota che cambiano di avere dei rimpianti. Io mi porterò un ricordo prezioso della Ducati, abbiamo ottenuto grandi successi e gli auguro un grande futuro. Magari un po' meno per l'anno prossimo" ha detto con una risata.

Parlando degli avversari, si aspetta di dover battagliare contro i soliti, piuttosto che contro Miller: "Mi aspetto i soliti. Jack ha fatto un buon tempo, ma lo ha aiutato molto la scia che ha preso. I migliori come sempre sono Dovizioso, Marquez, Vinales e Rossi" ha concluso.

Scorrimento
Lista

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
1/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team, segundo Jack Miller, Pramac Racing, tercero Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team, segundo Jack Miller, Pramac Racing, tercero Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
2/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
3/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team, segundo Jack Miller, Pramac Racing

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team, segundo Jack Miller, Pramac Racing
4/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
5/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
6/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team

Poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
7/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Michele Pirro, Ducati team, Jorge Lorenzo, Ducati Team

Michele Pirro, Ducati team, Jorge Lorenzo, Ducati Team
8/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Michele Pirro, Ducati team, Jorge Lorenzo, Ducati Team

Michele Pirro, Ducati team, Jorge Lorenzo, Ducati Team
9/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
10/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
11/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
12/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
13/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
14/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
15/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
16/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
17/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
18/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
19/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
20/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
21/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
22/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
23/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
24/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
25/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
26/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
27/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
28/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
29/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo, Ducati Team
30/30

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Prossimo articolo MotoGP
Dovizioso: "Provateci voi a fare una strategia di squadra con Lorenzo!"

Articolo precedente

Dovizioso: "Provateci voi a fare una strategia di squadra con Lorenzo!"

Prossimo Articolo

Miller: "Ho fatto reset dopo l'Austria: penso che si possa lottare per il podio"

Miller: "Ho fatto reset dopo l'Austria: penso che si possa lottare per il podio"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Location Misano Adriatico
Piloti Jorge Lorenzo Acquista adesso
Autore Oriol Puigdemont
Tipo di articolo Intervista