Lorenzo: "La M1 va forte con poca acqua, altrimenti va in difficoltà"

Jorge Lorenzo è deluso dalle Qualifiche di questo pomeriggio a Silverstone, in cui non è andato oltre il nono posto. Lo spagnolo ha lamentato lo scarso grip al posteriore della M1 in curva con l'asfalto molto bagnato.

Jorge Lorenzo è arrivato motivato a Silverstone, una delle sue piste preferite, per cercare di recuperare punti importanti nei confronti di Marc Marquez, leader della classifica mondiale piloti. Purtroppo per lui, le cose - almeno per il momento - non stanno andando certo come previsto.

Dopo tre turni svolti sull'asciutto, la pioggia ha bagnato il tracciato di Silverstone nelle Libere 4 e il maiorchino della Yamaha ha perso tutta la confidenza costruita sull'asciutto nel corso dei tre turni precedenti. Eppure, nelle Libere 4 le cose non si erano messe affatto male.

"Nelle Libere 4 andavo via via sempre più veloce. Mi sentivo sempre più a mio agio anche perché la nostra moto era abbastanza buona e sulla pista non c'era poi così tanta acqua. All'inizio siamo stati più lenti delle Duati, ma molto più rapidi alla fine. Questo mi ha fatto capire che con poca acqua la nostra moto era molto competitiva", ha spiegato Jorge al termine delle Qualifiche.

Poi, ecco spiegate le difficoltà incontrate dopo un buon avvio di Q2: "Per questo motivo nel primo giro lanciato nelle Qualifiche ero molto veloce. La pista non presentava molta acqua e io mi sentivo forte e sicuro. Pensavo di essere stato molto fortunato all'inizio della Q2, poi però non sono più riuscito a migliorare il tempo sul giro perché è tornato a piovere in maniera consistente".

"Nell'ultima parte delle Qualifiche tutti gli altri hanno iniziato a migliorare di tre o quattro secondi. Io sono migliorato di soli 7 decimi dal mio giro migliore fatto all'inizio. Ecco perché sono così lontano dalla pole e dalla prima fila".

La Yamaha M1 dello spagnolo ha perso il grip necessario al posteriore per uscire nel migliore dei modi dalle curve e questo è stato uno dei problemi principali incontrati da Lorenzo. "Quando ha iniziato a piovere più forte non avevo abbastanza aderenza al posteriore a centro curva e in uscita, dove serve trazione. La moto era molto nervosa e sembrava che il controllo di trazione non funzionasse poi così tanto. Dovremo trovare un assetto migliore e far funzionare meglio la parte posteriore della moto".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Silverstone
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista