Lorenzo: "Io imbattibile ad Aragon? La Ducati è migliorata ma forse la Honda andrà un po' meglio"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
20 set 2018, 15:47

Il maiorchino della Ducati pensa che Marquez e la Honda saranno molto forti ad Alcaniz, soprattutto dopo i miglioramenti fatti dalla Casa giapponese sul motore della RC213V.

Jorge Lorenzo sarà chiamato in questo fine settimana a correre al Motorland di Aragon per riscattare la caduta avvenuta al penultimo giro del Gran Premio di Rimini e della Riviera Romagnola svolto due settimane or sono al Marco Simoncelli di Misano Adriatico.

Il maiorchino della Ducati si trovava in seconda posizione e in piena lotta con Marquez per cercare di regalare la doppietta alla Ducati, quando ha perso il controllo della sua Desmosedici ed è finito a terra, consegnando la seconda piazza al campione del mondo in carica.

Ad Aragon alcuni piloti di MotoGP hanno indicato Lorenzo come possibile favorito per la vittoria in questo fine settimana, definendolo "imbattibile". Jorge ha affermato di non sentirsi certamente il principale favorito.

"Qualche pilota pensa che io possa essere imbattibile su questa pista? Speriamo abbia ragione, ma sarà difficile. Sarà molto difficile perché su questa pista Marquez è da sempre molto forte, inoltre la Honda ha migliorato il proprio motore in questa stagione, ma è anche vero che conosco meglio la mia moto rispetto all'anno passato".

"Ora la Ducati è più completa, gira un po' meglio, dunque... Da una parte abbiamo qualche contro, ma abbiamo anche pro alla vigilia di questo fine settimana. Guardando il meteo, penso ci siano ottimi segnali perché dovrebbe essere bello. Dunque vedremo, tutto è possibile, ma dire che sarò imbattibile all'inizio del fine settimana penso sia un po' troppo, ma grazie per la fiducia".

Jorge ha spiegato per quale motivo sarà Honda ad avere ancora qualche vantaggio rispetto alla Ducati. "Siamo migliorati quest'anno, ma l'anno scorso perdevamo molto rispetto alle Honda specialmente in due o tre punti. Soprattutto nell'ultima curva sembra che le Honda riescano a girare un po' meglio rispetto alla nostra Ducati, dunque speriamo di aver dimezzato i problemi che avevamo lo scorso anno e non averli ancora per intero".

"Al Sachsenring eravamo riusciti a sistemare alcuni aspetti, ma nei cambi di direzione nelle due chicane perdevamo del tempo. Le Honda erano molto più agili e perdevamo troppo. Dunque quei tre punti perdiamo la maggior parte del tempo, ma dall'altra parte possiamo guadagnare sui rettilinei e in accelerazione. Vedremo quest'anno, perché il motore Honda sembra avere più potenza rispetto al passato".

Prossimo articolo MotoGP
L'Aprilia rispolvera la RS-GP 2017 nei test di Misano e Espargaro rivela: "Sono stato molto veloce con quella..."

Articolo precedente

L'Aprilia rispolvera la RS-GP 2017 nei test di Misano e Espargaro rivela: "Sono stato molto veloce con quella..."

Prossimo Articolo

Valentino: "Con 34 gradi sarebbe dura, ma purtroppo non possiamo regolare la temperatura"

Valentino: "Con 34 gradi sarebbe dura, ma purtroppo non possiamo regolare la temperatura"
Carica commenti