Lorenzo: "Il sorpasso di Vale? Ho rafforzato la mia opinione"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
22 set 2016, 16:44

A distanza di due settimane dalla gara di Misano, il maiorchino non si smuove e ribadisce che il sorpasso del secondo giro di Rossi è stato troppo duro. Anzi, guardando le immagini televisive si è convinto maggiormente di questo.

Second place Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo,
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Dani Pedrosa, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Takaaki Kimura, Yamaha Motor Executive Vice President
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Sono passate due settimane, ma il sorpasso di Valentino Rossi ai danni di Jorge Lorenzo al secondo giro della gara di Misano continua ad essere d'attualità. Nella conferenza post-gara il maiorchino disse di ritenere l'attacco del compagno di squadra troppo aggressivo e ne nacque un battibecco divertente.

A quanto pare il campione del mondo in carica non sembra aver cambiato idea. Anzi, dopo aver visto le immagini televisive dell'accaduto ha detto di essere ancora più convinto che se non avesse rialzato la sua M1 per far spazio al "Dottore" ci sarebbe scappato l'incidente.

"A dire il vero ho rafforzato la mia opinione, perché in moto non avevo potuto vedere bene la sua traiettoria. Dopo averla vista in televisione, sono ancora pienamente convinto del mio pensiero" ha detto Jorge durante la conferenza stampa di oggi ad Aragon.

Sempre parlando della gara di Misano, ha ammesso di essere rimasto un po' deluso dal suo terzo posto finale: "Ero un po' deluso perché mi aspettavo di lottare per la vittoria, anche se sapevo che non avevo il passo migliore. Non mi aspettavo che Pedrosa fosse così veloce e per stare con lui avrei avuto bisogno di uno o due decimi in più a livello di passo".

Ad Aragon è stato lui a vincere nel 2014 e nel 2015. La speranza quindi è di poter proseguire questo filotto: "Vedremo cosa accadrà qui, perché negli ultimi due anni ho vinto. Nel 2014 in condizioni abbastanza strane e l'anno scorso sull'asciutto. Normalmente non è una pista favorevole alla Yamaha, ma negli ultimi due anni siamo riusciti ad essere molto competitivi, quindi non vedo l'ora di vedere come ci comporteremo domani".

Con oltre 60 punti da recuperare su Marc Marquez, ormai il futuro pilota della Ducati non sembra più credere al titolo e guarda ad obiettivi più ragionevoli per la conclusione del 2016: "Vorrei provare a vincere più gare possibile e cercare di chiudere il Mondiale al secondo posto, perché è meglio del terzo".

Prossimo articolo MotoGP
Fotogallery: Grid Girl, meglio le italiane o le tedesche?

Articolo precedente

Fotogallery: Grid Girl, meglio le italiane o le tedesche?

Prossimo Articolo

Spalla sublussata per Marquez, ma prenderà parte alle Qualifiche

Spalla sublussata per Marquez, ma prenderà parte alle Qualifiche
Carica commenti