Lorenzo: "Il mix tra Zarco e la Yamaha è stato molto esplosivo"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
Tradotto da: Matteo Nugnes
18 mar 2018, 08:48

Il pilota della Ducati sottolinea il grande lavoro fatto dal francese per prendersi pole e record in Qatar, ma per la gara vede favoriti Dovizioso e Petrucci. Anche lui però pensa di non essere troppo lontano, a patto di partire bene...

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Il pilota della Ducati scatterà nono, dalla terza fila del GP del Qatar, alle spalle di altri otto piloti che si sono dimostrati forti ed "affamati" in questo primo weekend del Mondiale. Il maiorchino, dunque, dovrà rimontare se vorrà portare a casa un buon risultato.

"Siamo migliori della posizione che abbiamo ottenuto in qualifica. Abbiamo avuto molti problemi di elettronica e questo ci ha impedito di lavorare con continuità, dal momento che dovevo saltare da una moto all'altra e questo non è positivo per il pilota. La Q2 è stata in parte penalizzata da quello. Il mio tempo non è male, ma gli altri sono andati molto forte. Ma ribadisco che il nostro passo è migliore di quella posizione in griglia" ha riassunto Lorenzo.

Inevitabilmente, il tre volte iridato della MotoGP ha quindi dovuto rispondere alle domande su quale pensa che sia il suo reale piazzamento in questo weekend.

"Con i migliori, anche se è chiaro che sono piuttosto indietro. Dovrò provare a sorpassare, recuperare posizioni e cercare di stare con il gruppo di testa" ha detto riguardo alle sue aspettative per la gara di oggi.

Ieri Lorenzo ha visto battere da Johann Zarco anche il record del tracciato di Losail, che gli apparteneva addirittura dal 2008.

"La combinazione tra Zarco e la Yamaha è stata molto esplosiva, senza dubbio. Ma non penso che sia il favorito per la vittoria. I migliori in termini di passo gara sono Dovizioso e Petrucci, anche se io non credo di essere troppo lontano. Però sarà fondamentale recuperare posizioni alla partenza" ha concluso il #99.

Prossimo articolo MotoGP
"I colori del Motomondiale": la mostra di Aldo Drudi a Milano dal 3 maggio

Previous article

"I colori del Motomondiale": la mostra di Aldo Drudi a Milano dal 3 maggio

Next article

Espargaro: "L'Aprilia deve migliorare con la gomma nuova"

Espargaro: "L'Aprilia deve migliorare con la gomma nuova"