Lorenzo: "I bodyguard sono forse necessari, ma fuori dal Paddock"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
19 mag 2016, 16:48

Jorge Lorenzo sarà seguito da un bodyguard per scongiurare eventuali attacchi alla sua persona nel corso del fine settimana di gara del Mugello. "In Italia ci sono molti tifosi. Non si sa mai come possano reagire alcuni di questi".

Guardia del corpo di Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Guardia del corpo di Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Il vincitore Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Il vincitore Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Race winner Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Jorge Lorenzo arriva al Mugello con il preciso intento di allungare in classifica sui diretti rivali. Dopo la vittoria di Le Mans, il pilota della Yamaha è tornato in vetta alla graduatoria generale piloti e può vantare appena 5 punti di vantaggio su Marc Marquez.

"Il circuito del Mugello, per quanto riguarda il tracciato, è uno dei miei preferiti. Ha caratteristiche che possono andare bene per il mio stile di guida".

A partire da questo fine settimana, Jorge sa chi lo affiancherà nella nuova avventura in Ducati dal 2017. Andrea Dovizioso ha infatti rinnovato il contratto con il team di Borgo Panigale, mentre Andrea Iannone è stato lasciato libero di andare alla Suzuki al posto di Maverick Vinales.

"Sono contento di sapere che avrò Dovizioso come mio compagno di squadra per le prossime due stagioni. Mi sono sempre trovato bene con lui ed è anche molto bravo nel mettere a punto la moto. Per quanto mi riguarda mi sarebbe andato bene avere come compagno squadra anche Andrea Iannone. E' molto veloce e abbiamo uno stile di guida piuttosto simile. Entrambi sarebbero stati dei buoni compagni di squadra, ma è stata Ducati a prendere la decisione. A questo poi penserò tra sette o otto mesi. Ora ho Rossi come compagno di squadra, siamo in Yamaha e voglio finire nel migliore dei modi questa avventura".

Al Mugello, Lorenzo sarà seguito da un bodyguard per scongiurare eventuali tentativi di ledere alla sua persona da parte di facinorosi: "Il bodyguard? Non so se sarà necessario nel Paddock. Forse fuori dal Paddock. Ci sono un sacco di tifosi in Italia e non sai mai come alcuni di questi possano reagire. I bodyguard ci sono. Se non dovessimo averne bisogno, bene. In caso contrario sono pronti a fare il loro lavoro".

Prossimo articolo MotoGP
La Suzuki annuncia l'ingaggio di Andrea Iannone fino al 2018

Articolo precedente

La Suzuki annuncia l'ingaggio di Andrea Iannone fino al 2018

Prossimo Articolo

Marquez: "Sono circondato da tifosi. Non ho bisogno del bodyguard"

Marquez: "Sono circondato da tifosi. Non ho bisogno del bodyguard"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento Giovedì
Location Mugello
Piloti Jorge Lorenzo Acquista adesso
Team Yamaha Factory Racing
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Conferenza stampa