MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Lorenzo: "Ho avuto paura di essermi rotto la tibia"

condivisioni
commenti
Lorenzo: "Ho avuto paura di essermi rotto la tibia"
Tradotto da: Matteo Nugnes
21 ott 2017, 08:07

Jorge Lorenzo è stato vittima di una brutta caduta nella FP3, con l'asfalto freddo e bagnato dalla pioggia. Il pilota della Ducati ha temuto di essersi fatto seriamente male, ma fortunatamente sta bene.

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Il pilota della Ducati ha perso l'anteriore ad altissima velocità alla curva 8, dando vita ad una carambola molto pericolorsa, soprattutto quando lui e le sua moto hanno iniziato a rotolare nella ghiaia. Un volo che lo ha lasciato un po' stordito e con un forte dolore alla gamba sinistra.

"Si tratta di una distorsione molto forte, che mi disturba quando cammino ed anche un pochino quando sono in moto. La caduta è stata brutta, soprattutto quando sono arrivato nella ghiaia, perché ho cominciato a rotolare e a prendere delle belle botte" ha spiegato lo spagnolo.

"Ho avuto paura, perché ho visto che la caviglia si era girata e ho pensato di essermi rotto la tibia. Poi faremo un esame più approfondito, ma non credo che sia sia rotto qualcosa di serio" ha spiegato Jorge a fine giornata. "Certamente dovrò prendere degli antidolorifici per correre".

Lorenzo non crede di aver commesso alcun errore o che ci sia stata una rottura sulla moto: "Sono passato sulla linea bianca, che era ancora umida".

Tuttavia, le Ducati non stanno vivendo un fine settimana semplice a Phillip Island.

"C'è solo una Ducati in Q2 e in generale stiamo soffrendo di più che sugli altri circuiti. Credo che abbiamo peggiorato la moto al posteriore cercando di migliorare l'anteriore. Domani, se c'è il sole, vorrei anche provare la carena standard per vedere se riusciamo a ritrovare il feeling di venerdì".

"Perdiamo un sacco di tempo quando siamo in piega e bisogna dare gas" ha sottolineato, cercando di spiegare le sue difficoltà.

"Mi sarebbe piaciuto anche oggi provare a fare qualche giro con la carena standard, ma non avevo troppa fiducia" ha aggiunto.

Riguardo all'11esimo posto in griglia di Dovizioso, non crede che sarà un grosso problema per Andrea.

"Dovi si sente bene sulla moto ed ha molta fiducia. Non mi aspetto di migliorare troppo la moto, ma spero che lui riesca a fare qualcosa di buono".

Lui, in ogni caso, non si vede in corsa per la vittoria nella gara di domani.

"Siamo stati meno competitivi di ieri, quindi possiamo fare un passo avanti. Ma non credo che possiamo migliorare abbastanza da riuscire ad inserirci nella lotta per la vittoria".

Sul nome del favorito per il GP d'Australia non sembra avere dubbi nell'indicare Marc Marquez.

"E' chiaro che Marquez è molto esplosivo e veloce, poi lui si riprende sempre molto velocemente anche quando cade" ha concluso.

Prossimo Articolo
Vinales: "Ho fatto un bel giro, ma sono ancora lontano da Marquez"

Articolo precedente

Vinales: "Ho fatto un bel giro, ma sono ancora lontano da Marquez"

Prossimo Articolo

Aprilia, Espargaro: "La top 5 è un obiettivo realistico"

Aprilia, Espargaro: "La top 5 è un obiettivo realistico"
Carica commenti