Lorenzo: "Gran giro oggi! Se vado così anche domani, vinco"

Jorge Lorenzo è stato autore di un giro fantastico nelle Qualifiche del GP di Francia, con cui ha centrato la pole e ha stabilito il nuovo record della pista. Il maiorchino sembra in possesso anche del miglior passo gara.

Jorge Lorenzo ha mostrato tutto il suo potenziale sul tracciato di Le Mans, sede del quinto appuntamento della MotoGP 2016. Il maiorchino della Yamaha ha centrato una strepitosa pole position sulla pista francese intitolata a Ettore Bugatti, riscrivendo inoltre il record della pista grazie a un gran giro, che gli consentirà di scattare davanti a tutti nella gara di domani

"E' stato un giro fantastico. Mi aspettavo di stare sull'1'32" basso, ma 1'31"9 molto più di quanto potessi aspettarmi all'inizio delle Qualifiche. La moto è andata molto bene, abbiamo una base buona per quanto riguarda l'assetto sin dalle libere di ieri. Abbiamo migliorato a ogni sessione, passo dopo passo, curva dopo curva, e alla fine ho potuto sfruttare le gomme nuove e fare un gran giro. Andavo molto forte anche con le gomme usate, perché giravo in 1'32". Alla fine siamo andati anche meglio del previsto".

A un certo punto della Q2, Jorge si è spostato per fare passare i piloti che lo seguivano. Ecco perché: "A un certo punto nelle Qualifiche ho deciso di spostarmi. E' una cosa che di solito faccio per evitare che qualcuno possa seguirmi quando faccio il tempo. Voglio evitare che qualcuno possa prendermi la scia, perché poi potrebbero guadagnare decimi preziosi e scavalcarmi in classifica. E' importante saper aspettare il proprio momento, il momento giusto".

Jorge non dovrà abbassare la guardia. Spesso le Qualifiche non dicono la verità riguardo il vero potenziale dei piloti in gara: "Nella mia carriera ho già fatto tante gare e ho potuto notare che a volte potevo partire favorito, ma in gara poi finivo terzo, quarto. Ma anche viceversa. A volte pensavo di non fare bene e invece arrivava la vittoria. Una cosa sono le prove e un'altra la gara. Certo, se continuo ad avere queste sensazioni è moto difficile che gli altri possano seguire il mio passo, ma non sempre è così. Dovremo stare molto attenti, perché gli avversari possono migliorare nel warm up e le condizioni possono mutare in fretta nel corso del pomeriggio".

A differenza sua, Rossi ha faticato molto sia nelle libere di ieri che in Qualifica oggi. “La differenza tra me e Valentino qui penso sia dovuta esclusivamente al circuito. A Jerez Valentino è andato fortissimo in Qualifica e in gara, qui fa più fatica, ma credo proprio sia una questione di tracciato. Poi, certo, anche le gomme hanno il loro peso. Per noi sarà importante finire la gara a podio. Però se teniamo questo ritmo avremo molte possibilità di vincere”.

Per concludere, Lorenzo ha voluto dare un proprio parere su Pedrosa e Vinales, ovvero i due principali candidati a prendere il suo posto in Yamaha a partire dal 2017. “Chi prende il mio posto in Yamaha? Non lo so, ma sarà molto interessante, perché chiunque arriverà nessuno avrà ancora vinto con Yamaha. Pedrosa ha uno stile di guida molto delicato e preciso, Maverick, invece, sta mostrando di avere un grande potenziale e sono due piloti molto differenti tra loro. Non saprei chi scegliere e non so sinceramente chi sarà il pilota che prenderà il mio posto”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Francia
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Le Mans Circuit Bugatti
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista