Lorenzo: "Futuro? Non voglio dire niente di più"

Il maiorchino prende ancora tempo nella conferenza in Argentina, ma ribadisce che tra qualche settimana annuncerà la sua decisione sul futuro. Dopo la vittoria del Qatar è arrivato qui con grande ottimismo.

Jorge Lorenzo è sicuramente al centro del mercato piloti per la prossima stagione. Dalla sua decisione dipende il futuro di molti altri piloti, ma il maiorchino non sembra avere fretta di scegliere tra continuare con la Yamaha o cedere alla corte della Ducati, che stando a quanto riferisce Marca gli avrebbe recapitato un'offerta di ben 12 milioni di euro a stagione.

Durante la conferenza stampa che ha aperto il fine settimana di Termas de Rio Hondo, il campione del mondo in carica ha solo ribadito di volersi prendere ancora un po' di tempo: "La situazione è rimasta più o meno la stessa. Ora dobbiamo concentrarci su queste due gare, che sono molto importanti. Non ho mai vinto qui ed ad Austin. Se devo essere onesto, non voglio dire niente di più e decidere nelle prossime settimane. Non voglio dire molto di più".

Parlando dell'attualità, il 2016 è iniziato con una vittoria e la sua M1 sembra essersi adattata davvero bene al nuovo pacchetto gomme-elettronica: "Sicuramente non potevamo iniziare la stagione in maniera migliore. Credo che in Qatar abbiamo risolto tanti dubbi riguardo alla nuova elettronica e le nuove gomme, perché eravamo un po' preoccupati riguardo alla durata delle Michelin. Abbiamo visto però che possono essere molto costanti e veloci nella parte conclusiva della gara".

Quello argentino però è un tracciato molto diverso da quello del Qatar, quindi i valori potrebbero anche essere ribaltati: "Di sicuro ora devi essere più attento e preciso quando sei in sella alla moto, soprattutto nella prima parte della gara, ma sappiamo che possiamo concludere la gara in buone condizioni e battagliare per la vittoria. Ora però siamo su una pista differente, con un layout ed un asfalto diverso, quindi dovremo vedere cosa succede".

In Argentina non ha mai fatto meglio del terzo posto, quindi l'obiettivo è provare a fare meglio di quanto non ha fatto in passato: "Il disegno del tracciato è uno dei più divertenti del calendario, è molto divertente guidare qui. Nel 2014 la mia moto non era nelle condizioni migliori e anche io non ero al massimo della condizione fisica, ma sono riuscito comunque a finire terzo. L'anno scorso invece non è stata una buona gara: non abbiamo scelto la gomma migliore e quindi non siamo riusciti ad essere competitivi. Con il nuovo pacchetto penso che potrò essere più competitivo sia qui che ad Austin, provando a migliorare il terzo posto del 2014".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Argentina
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Conferenza stampa