Lorenzo: "Ducati molto competitiva, ma in certe condizioni non si dovrà correre"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
25 ago 2018, 18:45

Il maiorchino ha conquistato la seconda pole stagionale con la Rossa e conta di essere pronto per la gara, ma teme se la pista dovesse essere molto bagnata perchè il drenaggio del nuovo asfalto non permette di frenare le moto in sicurezza.

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Polesitter Jorge Lorenzo, Ducati Team
Il poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Il poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Jorge Lorenzo non si ferma più. Ora che ha trovato il giusto feeling con la Ducati si toglie quelle soddisfazioni che ha atteso troppo a lungo con la Rossa. Partire al palo a Silverstone è una dimostrazione di forza in una gara che vive in Gran Bretagna un weekend particolarmente tribolato…

“Sono molto felice della mia seconda pole position della stagione. Le condizioni della pista erano davvero difficili, ed era facile commettere errori, però c’era ancora abbastanza acqua sul tracciato per utilizzare pneumatici da pioggia e la mia strategia ha funzionato. Ho spinto fin da subito per capire dove era il limite e poi ho scaldato poco a poco le gomme per attaccare nell’ultimo giro e, nonostante abbia commesso un paio di errori in alcune frenate, ho fatto un ultimo split molto buono ed è stato sufficiente per segnare il miglior tempo”.

La Ducati sembra molto competitiva…
“Oltre alla mia pole c’è anche Andrea al secondo posto e sono molto contento per la squadra perché è un risultato fantastico. Per quanto riguarda la gara, se veramente domani dovesse essere bagnata, credo che saremo competitivi. Sono a mio agio sulla moto, anche se sono preoccupato per le condizioni della pista alla curva 7 se dovesse piovere molto. In ogni caso dobbiamo aspettare e prepararci per una gara che sarà sicuramente molto dura”.

In FP4 ti sei spaventato per l’uscita di pista?
“Sono stato fortunato perché già da lontano avevo ho visto che c'era molta acqua in quella staccata, per cui ho deciso di rallentare più del necessario per avere un margine di sicurezza, ma anche così non sono riuscito a fermare la moto e sono uscito di pista fino alla ghiaia”.

“Ho ridotto la velocità abbastanza per finire a muro. Gli altri piloti probabilmente hanno frenato un po' più tardi e non sono stati così fortunati come me. E il più sfortunato è stato Tito: spero per lui una pronta guarigione, ma c’è stato un momento che è stato davvero spaventoso”.

“Noi piloti siamo preoccupati per la gara di domani perché in caso di forti piogge ci può essere un grosso problema di sicurezza”.

Hanno deciso di anticipare la gara…
“Questa è una sorpresa per me, ma ci sarà una valida ragione per prendere un provvedimento come questo. Non conosco le previsioni del tempo, ma lasciamo che la direzione gara prenda la decisione migliore per noi”.

Potreste decidere di non correre?
“Sì, è una questione importante di cui parlare perché sembra che ci siano problemi con il nuovo asfalto. In passato abbiamo gareggiato sotto la pioggia, e non è mai stato un grosso affrontare quella parte di pista. La situazione ora è più critica perché arriviamo a quel punto con più velocità e non c'è molta ghiaia o spazio di fuga in caso di incidente. Con la pioggia battente penso che ci sia qualche problema, perché l'acqua non defluisce dalla pista e bisognerà trovare qualche soluzione. Aspettare o non correre…”

Il problema è dato dall'asfalto, dai dossi o dal drenaggio della pista?
“Come ha detto Dovi, sembra che ci sia un problema di drenaggio. Non credo che ci fosse più acqua che in altre parti del circuito, ma l'asfalto non si asciugava in modo normale ed era impossibile frenare la moto, per cui in certe condizioni può essere pericoloso”.

Prossimo articolo MotoGP
Dovizioso critico: "Spostare la gara della MotoGP non serve a nulla. La pioggia non era tanta, il problema è l'asfalto"

Articolo precedente

Dovizioso critico: "Spostare la gara della MotoGP non serve a nulla. La pioggia non era tanta, il problema è l'asfalto"

Prossimo Articolo

GP di Gran Bretagna LIVE, Warm-Up

GP di Gran Bretagna LIVE, Warm-Up
Carica commenti