Lorenzo: "Deciderò domani mattina se continuare o cedere la moto a Michele Pirro"

condivisioni
commenti
Lorenzo:
Di: Jamie Klein
02 nov 2018, 10:57

Lo spagnolo ha chiuso entrambi i turni di libere con l'ultimo tempo completando 21 giri complessivi. Lorenzo ha dichiarato che deciderà prima delle FP3 se continuerà a correre in Malesia o se lascerà la sua Ducati a Michele Pirro".

Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Dopo essere stato dichiarato “fit” al giovedì per correre in Malesia, Jorge Lorenzo ha completato un totale di 21 giri nel corso delle due sessioni di libere odierne ottenendo in entrambe l’ultimo tempo.

Lo spagnolo ha centrato il suo miglior crono di 2’03’’204 al mattino, pagando un gap di 3’’5 dal riferimento di Alex Rins.

La Ducati ha tenuto in stand by Michele Pirro in attesa di conoscere la decisione di Lorenzo circa la sua volontà di continuare o meno il weekend in sella alla sua Desmosedici.

Qualora lo spagnolo dovesse rinunciare si tratterebbe del quarto Gran Premio di fila saltato. Lorenzo, infatti, è stato costretto a restare fermo sin dalla Tailandia, quando è stato protagonista di una violenta caduta nelle libere, per poi mancare anche gli appuntamenti del Giappone e dell’Australia.

Leggi anche:

Al termine del venerdì malese, Lorenzo si è confidato con la stampa: “La situazione è difficile. Sono frustrato perché ho voluto essere qui con tutti le mie forze perché questo tracciato mi piace e si adatta bene alla nostra moto”.

“Sono arrivato in Malesia in una situazione migliore rispetto a quella del Giappone, ma ho la metà dei problemi, metà del dolore, e non sono molto competitivo”.

“Domani mattina, prima delle FP3, deciderò se sarà meglio continuare o cedere la moto a Michele Pirro”.

Lorenzo ha poi aggiunto: “Quando provi a spingere ma ti trovi a girare tre secondi più lento del pilota più rapido allora non ha senso spingere”.

Lo spagnolo, nel corso del weekend di Motegi, ha effettuato soltanto due giri di pista nelle libere prima di alzare bandiera bianca, mentre al termine delle sessioni odierne ha affermato di aver accusato meno dolore.

“Quando guido sento meno male che in Giappone. Ovviamente non sono ancora al 100%, forse al 65 o 70%”.

“La situazione peggiore per me è nei cambi di direzione, ma fortunatamente su questa pista ce n’è soltanto uno. Anche la frenata, tuttavia, mi comporta delle difficoltà”.

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont  

Prossimo Articolo
Valentino resta cauto: "E' presto per dire che domenica saremo a posto, ma l'inizio è stato buono"

Articolo precedente

Valentino resta cauto: "E' presto per dire che domenica saremo a posto, ma l'inizio è stato buono"

Prossimo Articolo

Marquez: "La Suzuki ora è pronta per lottare per il Mondiale"

Marquez: "La Suzuki ora è pronta per lottare per il Mondiale"
Carica commenti