Lorenzo: "Assen mi piace ma devo dimenticare il crash con Iannone"

Jorge Lorenzo guarda avanti dopo l'incidente di Barcellona in cui è finito a terra dopo esser stato centrato da Iannone. Assen è una pista che ama, ma nel corso della sua carriera ha colto risultati alterni.

Barcellona era la sua gara di casa, ma tutto è andato storto. Jorge Lorenzo ha prima dovuto fare i conti con l'eccessivo degrado delle sue gomme - rovinate dopo pochi giri dal via - poi è stato centrato da una manovra oltre il limite di Andrea Iannone, che lo ha costretto poi al ritiro.

Il maiorchino della Yamaha cercherà riscatto immediato a partire da questo fine settimana, in cui la MotoGP sarà impegnata sullo storico tracciato olandese di Assen. Jorge ha perso la leadership della graduatoria mondiale dedicata ai piloti, ora nelle mani di Marc Marquez, ma tenterà di rifarsi immediatamente per recuperare la vetta e respingere gli attacchi dello spagnolo e di Valentino Rossi, tornato prepotentemente ai vertici dopo il successo in Catalogna.

"A Barcellona è stato un gran peccato. Sapevo che sarebbe stata una gara dura, specialmente dopo aver notato che le gomme entravano in crisi dopo appena cinque o sei giri, ma poi l'incidente ha rovinato tutto in maniera definitiva", ha affermato Jorge Lorenzo alla vigilia del fine settimana olandese.

"Ora abbiamo bisogno di dimenticare l'incidente e cercare di tornare a lottare ancora sul tracciato di Assen. Correre in Olanda conferisce sempre una sensazione agrodolce: amo questa pista ma ad Assen ho collezionato sia buoni che cattivi risultati. Il layout della pista è sempre stato buono per le nostre moto quindi cercheremo di raggiungere ancora grandi risultati. Non vedo l'ora di correre!".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Circuito Assen
Piloti Jorge Lorenzo
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Preview