Le Mans, Libere 1: Marquez di un soffio su Dovizioso e Vinales

condivisioni
commenti
Le Mans, Libere 1: Marquez di un soffio su Dovizioso e Vinales
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
18 mag 2018, 08:55

Il pilota della Honda è stato il più veloce nella sessione inaugurale, ma anche la Ducati dell'italiano e la Yamaha dello spagnolo sono parse a loro agio sul tracciato francese. Valentino è sesto a tre decimi, davanti a Iannone.

Tre moto diverse nello spazio di appena 67 millesimi. Se questo è l'antipasto, sarà meglio non perdersi neanche un secondo del weekend del GP di Francia di MotoGP, che ha mostrato un grande equilibrio nella prima sessione di prove libere.

Proprio a tempo scaduto, Marc Marquez è riuscito a confermare di essere l'uomo più in forma del momento, portando la sua Honda in cima alla lista dei tempi con un crono di 1'32"476, anche se una pista come quella di Le Mans che storicamente non gli è mai stata troppo amica.

Alle sue spalle però la concorrenza non manca ed il messaggio più importante probabilmente è quello lanciato da Andrea Dovizioso e la Ducati: dopo essere stato velocissimo a sorpresa a Jerez, pur senza raccogliere punti, il binomio rosso si è mostrato subito in forma anche in Francia, chiudendo a soli 25 millesimi dalla vetta.

Anche dalla Yamaha e da Maverick Vinales però è arrivata una risposta importante, perché il pilota spagnolo è stato leader per quasi tutta la sessione, venendo scavalcato solamente nel finale e chiudendo ad appena 67 millesimi dalla vetta. Qui Maverick ha centrato la sua ultima vittoria e questa è una tappa chiave per capire quale potrà essere il potenziale della M1 fino a quando non arriverà il tanto atteso step di elettronica.

In quarta posizione c'è l'altra Honda di Cal Crutchlow, con la forbide del distacco che si apre un pochino, visto che il portacolori del Team LCR paga poco più di due decimi e mezzo e precede di una manciata di millesimi le due Yamaha dell'idolo locale Johann Zarco e di Valentino Rossi. Le M1 quindi sembrano a loro agio con l'asfalto e le temperature del tracciato transalpino.

Settimo tempo per la Suzuki di Andrea Iannone, che è l'ultimo ad aver pagato meno di mezzo secondo con la sua GSX-RR, mentre il gap di Jorge Lorenzo è di oltre sei decimi con la seconda Ducati ufficiali. Il maiorchino, tra le altre cose, ha portato avanti il lavoro iniziato nei test del Mugello, avendo utilizzato lo stesso telaio.

A sorpresa, a completare la top 10 ci sono le due KTM ufficiali con un ritrovato Bradley Smith che è riuscito a mettersi davanti al già confermato Pol Espargaro. Subito dietro c'è un terzetto di Ducati, con quella di Danilo Petrucci che precede Jack Miller e Tito Rabat. L'australiano si è anche reso protagonista di una caduta senza conseguenze all'ingresso della Chicane Dunlop.

Solo 14esima la migliore delle Aprilia, che è quella di Aleix Espargaro, fresco di firma per altri due anni con la Casa di Noale. Stupisce però vedere solamente in 14esima posizione Dani Pedrosa, che stamani ha sfoggiato una carena alata sulla sua Honda, ma anche Alex Rins addirittura 17esimo ad oltre un secondo con la seconda Suzuki, visto che pure lui ieri ha messo nero su bianco il suo futuro con la Casa di Hamamatsu fino al 2020.

Bisogna scorrere la classifica fino alla 21esima piazza per trovare invece Franco Morbidelli, che con la sua Honda della Marc VDS si ritrova addirittura ad oltre 2", ma soprattutto distanziato di quasi sette decimi dalla 19esima posizione dell'Aprilia di Scott Redding. In coda al gruppo c'è il suo compagno Thomas Luthi, pure lui autore di una scivolata nel finale.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/hSpeed Trap
1 93 spain Marc Márquez Alenta Honda 22 1'32.476     162.917 300
2 4 italy Andrea Dovizioso Ducati 19 1'32.501 0.025 0.025 162.873 304
3 25 spain Maverick Viñales Yamaha 25 1'32.543 0.067 0.042 162.799 304
4 35 united_kingdom Cal Crutchlow Honda 22 1'32.734 0.258 0.191 162.464 309
5 5 france Johann Zarco Yamaha 19 1'32.755 0.279 0.021 162.427 302
6 46 italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'32.777 0.301 0.022 162.389 298
7 29 italy Andrea Iannone Suzuki 22 1'32.919 0.443 0.142 162.141 297
8 99 spain Jorge Lorenzo Ducati 19 1'33.084 0.608 0.165 161.853 303
9 38 united_kingdom Bradley Smith KTM 20 1'33.157 0.681 0.073 161.726 298
10 44 spain Pol Espargaro KTM 19 1'33.245 0.769 0.088 161.574 303
11 9 italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'33.254 0.778 0.009 161.558 300
12 43 australia Jack Miller Ducati 18 1'33.268 0.792 0.014 161.534 301
13 53 spain Tito Rabat Ducati 25 1'33.326 0.850 0.058 161.434 295
14 41 spain Aleix Espargaro Aprilia 20 1'33.380 0.904 0.054 161.340 295
15 26 spain Daniel Pedrosa Honda 24 1'33.389 0.913 0.009 161.325 302
16 19 spain Alvaro Bautista Ducati 20 1'33.492 1.016 0.103 161.147 300
17 42 spain Alex Rins Suzuki 22 1'33.692 1.216 0.200 160.803 297
18 30 japan Takaaki Nakagami Honda 19 1'33.833 1.357 0.141 160.561 296
19 45 united_kingdom Scott Redding Aprilia 19 1'33.851 1.375 0.018 160.531 299
20 17 czech_republic Karel Abraham Ducati 19 1'34.333 1.857 0.482 159.710 301
21 21 italy Franco Morbidelli Honda 19 1'34.509 2.033 0.176 159.413 296
22 55 malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 19 1'34.600 2.124 0.091 159.260 298
23 10 belgium Xavier Simeon Ducati 20 1'35.224 2.748 0.624 158.216 295
24 12 switzerland Thomas Lüthi Honda 18 1'35.232 2.756 0.008 158.203 293

 

Prossimo articolo MotoGP