Le gomme preriscaldate creano controversie in MotoGP

La grande quantità di pneumatici che non vengono utilizzati in un Gran Premio e vengono riciclati per un altro evidenzia un calo del livello di grip che lascia perplessi i piloti della MotoGP.

Le gomme preriscaldate creano controversie in MotoGP

Il termine usato è warm-up, e si spiega con un principio base di efficienza: la quantità di pneumatici che i piloti non usano durante i weekend di gara vengono riutilizzati in altre gare che presentano le condizioni d'asfalto adatte.

Il problema sorge quando le sensazioni che trasmettono ai piloti non sono le stesse di una gomma che non è stata riscaldata precedentemente. Questo è ciò che sta accadendo al Gran Premio di Doha, che eredita gli pneumatici che non sono stati utilizzati nel Gran Premio del Qatar dello scorso fine settimana.

Per la seconda tappa del calendario, Michelin ha fornito ad ogni pilota della classe regina cinque pneumatici preriscaldati. Due della specifica morbida, due di quella media ed uno della dura. In questo senso, è fondamentale trovare il momento ideale per utilizzarli.

Uno di quelli che non hanno trovato la finestra giusta è stato Joan Mir, che ha chiuso la giornata di venerdì al 13esimo posto e quasi certamente dovrà passare dalla Q1. Il campione del mondo aveva a disposizione una gomma nuova per il suo ultimo run, ma c'è stato un errore della strategia della Suzuki che lo ha penalizzato.

Leggi anche:

"Sappiamo tutti che le prestazioni di un pneumatico preriscaldato sono diverse da quelle di uno nuovo, ed è per questo che avevamo preservato quello nuovo per l'ultimo tentativo", ha spiegato il maiorchino. "Quando nella tabella mi hanno detto di rientrare, l'ho fatto, ma purtroppo non c'era tempo per uscire di nuovo".

Pol Espargaro è stato un altro di quelli che hanno parlato delle gomme. Il pilota della Honda non è riuscito a fare meglio del 17esimo tempo nel secondo turno di prove libere di venerdì ed ha detto che le soft preriscaldate hanno giocato un ruolo.

"Abbiamo dovuto usare una gomma preriscaldata e poi una nuova per cercare di fare il giro più veloce. Tra una e l'altra la moto cambia molto, perché la mescola preriscaldata ha meno grip a causa di un problema chimico", ha spiegato Espargaro.

"Quando ne metto una che non è stata preriscaldata ho più grip, ma non riesco ad usarla e faccio molti più errori. Non sono stato in grado di approfittarne. Questa però non è una scusa, perché è lo stesso per tutti", ha aggiunto il più giovane dei fratelli di Granollers.

Un altro di quelli che hanno parlato della questione è Maverick Vinales, che ha già utilizzato le due gomme preriscaldate che aveva a sua disposizione.

"Per i giri veloci ho dovuto usare due gomme preriscaldate e con queste non ho trovato il grip che cercavo. La moto scivolava molto", ha detto Vinales che comunque ha chiuso nono e quindi al momento sarebbe in Q2.

In campo però è scesa anche l'azienda francese, con una nota con la quale ha chiarito che le sue indicazioni sono differenti: "Abbiamo fatto dei test approfonditi sui nostri pneumatici che sono stati preriscaldati, e questi test dimostrano che non influisce negativamente sulle loro prestazioni", ha detto il responsabile Piero Taramasso.

"I nostri tecnici controllano attentamente e registrano il tempo che ogni singolo pneumatico trascorre nei riscaldatori e questo assicura che nessuno vi sia rimasto oltre i tempi limite. Per evidenziare questo punto, ieri Jorge Martin ed Enea Bastianini hanno fatto il loro tempo in FP2 con gomme preriscaldate".

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
2/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
3/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
4/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
5/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
6/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
7/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
8/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
9/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
10/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
11/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP
12/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
13/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
14/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
15/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team
16/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP
17/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP
18/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP

Pol Espargaro, Repsol Honda Team, MotoGP
19/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
20/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
21/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
22/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
23/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
24/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
25/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
26/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
27/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
28/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
29/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
30/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
31/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
32/32

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Pol Espargaro: "Ho fatto troppi errori nel giro secco"

Articolo precedente

Pol Espargaro: "Ho fatto troppi errori nel giro secco"

Prossimo Articolo

LIVE MotoGP, Gran Premio di Doha: Libere 3

LIVE MotoGP, Gran Premio di Doha: Libere 3
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021