MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
18 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
31 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
46 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
74 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
95 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
109 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
130 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

La Suzuki torna sul podio a Motegi con Rins: ora fa davvero paura alla Yamaha

condivisioni
commenti
La Suzuki torna sul podio a Motegi con Rins: ora fa davvero paura alla Yamaha
Di:
22 ott 2018, 08:54

Per la terza volta nelle ultime quattro gare, le GSX-RR si sono dimostrate più competitive delle M1 alla domenica. Rins regala il sesto podio stagionale nella gara di casa e forse anche Iannone avrebbe potuto attaccare la top 3 senza una scivolata alla curva 10.

La Suzuki ed Alex Rins stanno diventando sempre di più un realtà importante della MotoGP. Dopo una stagione d'apprendistato molto complicata, a causa dei tanti infortuni, ma anche di una GSX-RR decisamente poco competitiva, il talento del pilota spagnolo è sbocciato in questo 2018 e si sono iniziati a vedere i risultati anche in pista.

Grazie anche all'aiuto della caduta di Andrea Dovizioso al penultimo giro, la Casa di Hamamatsu si è imposta come seconda forza in pista nella gara di casa di Motegi, con Rins che si è portato a casa il terzo podio stagionale, alle spalle delle due Honda del sette volte iridato Marc Marquez e di Cal Crutchlow.

La cosa più importante, però, è che per la terza volta nelle ultime quattro gare, le GSX-RR si sono dimostrate più competitive delle Yamaha in gara e questo è un aspetto che non va assolutamente sottovalutato anche in chiave 2019.

"Sono davvero felice per la squadra, soprattutto perché eravamo in Giappone ed era la gara di casa. Abbiamo fatto una grande gare: sono riuscito a recuperare diverse posizioni all'inizio e poi ho avuto un buon ritmo" ha detto Rins.

"Dopo che Iannone è caduto, ho valutato la situazione e all'inizio pensavo che Crutchlow potesse essere troppo avanti, ma ho deciso di provare ad andare a prenderlo lo stesso. Passarlo però sarebbe stato molto difficile, perché stava frenando veramente forte".

Leggi anche:

"Alla fine comunque sono arrivato terzo e sono contento. Sto ancora imparando e sicuramente è divertente combattere con questi grandi campioni, anche se è molto difficile. Ora cercheremo di concludere questa stagione con degli altri podi" ha concluso.

Peccato per la caduta di Andrea Iannone, perché il pilota italiano si stava a sua volta rendendo protagonista di un'ottima gara. Al momento della scivolata, infatti, era già davanti a Rins ed aveva addirittura un ritmo migliore di quello del tandem di testa. Anche questo però va inteso come segnale molto incoraggiante.

"Sfortunatamente, non sono riuscito a fare una buona partenza, ma ho recuperato rapidamente ed ho cominciato a spingere forte. Poi ho iniziato a sentire delle vibrazioni al posteriore, che mi hanno creato delle difficoltà in frenata, ma sono stato in grado di superarle e mi sono riavvicinato ai primi. Facevo fatica in frenata alla curva 10 ed ho perso l'anteriore" ha raccontato il pilota di Vasto.

"Ho dato tutto in questa gara e penso che il podio fosse possibile anche per me, ma purtroppo queste cose possono succedere. Però sono davvero ottimista per Phillip Island, perché è una pista che mi piace davvero tanto!".

Scorrimento
Lista

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
1/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
2/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
3/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
4/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
5/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
6/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
7/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
8/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
9/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda, il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda, il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
10/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda, il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Podio: il vincitore della gara Marc Marquez, Repsol Honda Team, il secondo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda, il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
11/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
12/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki

Podio: il terzo lassificato Alex Rins, Team Suzuki
13/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
14/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
15/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
16/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
17/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
18/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Podio: il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
19/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Il terzo classificato Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
20/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
21/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
22/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP
23/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
24/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
25/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Prossimo Articolo
MotoGP 2018: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP d'Australia a Phillip Island

Articolo precedente

MotoGP 2018: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP d'Australia a Phillip Island

Prossimo Articolo

Marc Marquez: sette Mondiali conquistati a suon di record

Marc Marquez: sette Mondiali conquistati a suon di record
Carica commenti