La Suzuki annuncia la firma di un biennale con Alex Rins

La squadra giapponese rinuncia ad Aleix Espargaro per la prossima stagione ed ha scelto di ingaggiare il giovane pilota spagnolo, attuale leader della Moto2, come compagno di Iannone.

La griglia della MotoGP per la prossima stagione è sulla buona strada per completarsi al più presto. Questa mattina la Suzuki ha annunciato l'ingaggio di Alex Rins per i prossimi due anni, con un'opzione per estendere il contratto per altri due, con una mossa che ormai pareva ovvia da parecchio tempo.

Il 20enne spagnolo è l'attuale leader del Mondiale Moto2 e sarà il compagno di Andrea Iannone, che era già stato annunciato come sostituto di Maverick Vinales in occasione del GP d'Italia di quest'anno.

Ora è toccato a Rins, che andrà a prendere la moto che oggi è di Aleix Espargaro, che nelle scorse settimane aveva già lasciato intendere chiaramente che non avrebbe più vestito i colori blu al termine della stagione 2016.

Si prevede che nei prossimi giorni anche Aleix svelerà il suo futuro, che quasi sicuramente sarà ancora in MotoGP. Pur avendo una vasta gamma di opzioni in Superbike, è più facile che decida di accettare un'offerta arrivata dalla MotoGP, probabilmente quella dell'Aprilia, che è alla ricerca di un compagno per Sam Lowes.

La scelta di Rins da parte della Suzuki è stata preceduta da un impulso all'interno del team. Da un lato, gli attuali dirigenti della struttura, Davide Brivio su tutti, erano convinti di assumere il pilota di Barcellona, sia per motivi sportivi che di marketing.

In Giappone invece erano piuttosto dubbiosi riguardo alla possibilità di rinunciare contemporaneamente ad entrambi i piloti. Alla fine sono state soddisfatte le volontà del gruppo di Brivio, così come quelle di Rins, che ha sempre espresso la sua intenzione di firmare per un team ufficiale.

In sole cinque stagioni nel Mondiale, Alex è diventato uno dei talenti emergenti. Dopo essere stato campione della 125 in Spagna nel 2011, nel 2012 ha esordito nel Mondiale Moto3, piazzandosi quinto ed ottenendo il riconoscimento di "Rookie of the Year". Nel 2013 ha vinto sei gare ed ha combattuto fino all'ultima curva per il titolo che poi è stato vinto da Vinales.

L'anno successivo ha deciso di lasciare la KTM ed è passato alla Honda, chiudendo al terzo posto, dopo aver già annunciato il suo passaggio in Moto2 per il 2015. Nel suo primo anno nella categoria intermedia ha collezionato due vittorie e dieci podi, chiudendo da vice-campione. Ora comanda il Mondiale con otto punti di margine su Sam Lowes e dieci sul campione del mondo Johann Zarco, avendo già centrato due vittorie e quattro podi in sette gare.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alex Rins
Team Team Suzuki MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie