La nuova carena Honda con la tripla aletta piace a Marquez

condivisioni
commenti
La nuova carena Honda con la tripla aletta piace a Marquez
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
26 apr 2016, 07:50

Marc, che ha provato anche nuovo forcellone, è stato il più veloce nella giornata di test di Jerez e sembra essersi convinto che l'aerodinamica sia un nuovo fronte tutto da scoprire per la MotoGP.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Third place Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Third place Marc Marquez, Repsol Honda Team

Reduce dal terzo posto di domenica, Marc Marquez ha avuto delle buone risposte dalla giornata di test collettivi della MotoGP andata in scena ieri sul tracciato di Jerez de la Frontera. Lo spagnolo ha fatto segnare il miglior tempo in 1'39"313, curando particolarmente lo sviluppo aerodinamico della sua Honda.

Sulla RC213V sono infatti apparse delle nuove alette: in questo caso si tratta addirittura di un triplo profilo. "El Cabronsito" si è detto positivamente colpito da questo primo collaudo, ma soprattutto convinto che l'aerodinamica sia un nuovo fronte da esplorare con attenzione, perché può aiutare molto a crescere.

"Abbiamo fatto delle buone prove e le innovazioni aerodinamiche mi hanno convinto. Non solo abbiamo provato un nuovo forcellone, ma abbiamo fatto tanti giri per capire il miglior assetto" ha spiegato Marc.

"La cosa che mi ha sorpreso di più è stata la nuova carena ad ala tripla e ad oggi il potenziale dell'aerodinamica non lo abbiamo ancora sfruttato a pieno. Dobbiamo lavorare molto su questo aspetto" ha proseguito.

Infine, pure lui ha detto di essersi trovato bene con le nuove soluzioni proposte dalla Michelin per l'anteriore: "Abbiamo provato anche tre diverse nuove gomme anteriori e mi hanno dato delle buone sensazioni".

Prossimo articolo MotoGP
Albesiano: "Stiamo prendendo strade diverse con i due piloti"

Articolo precedente

Albesiano: "Stiamo prendendo strade diverse con i due piloti"

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Trovate soluzioni positive per far girare la moto"

Lorenzo: "Trovate soluzioni positive per far girare la moto"
Carica commenti