La nebbia cambia il programma del GP, ma la MotoGP resta alle 14

Nonostante il ritardo di questa mattina ad Aragon, resta tutto invariato per la classe regina, mentre si riduce a 13 giri la gara della Moto3, che scatterà alle 11:40. 20 minuti di ritardo anche per la Moto2, che però rimane di 21 giri.

Questa mattina Motorland Aragon si è svegliata sotto una nebbia decisamente fitta che ha imposto un ritardo nel programma domenicale del Motomondiale.

I piloti della Moto3 erano stati mandati in pista regolarmente per il loro warm-up, ma poi è stata esposta subito la bandiera rossa e i motori sono rimasti spenti fino ad oltre le 10.

Per questo i warm-up sono stati ridotti a soli 15 minuti ed è stata imposta anche qualche modifica al programma delle gare odierne, che si avrà ripercussioni soprattutto sulla classe Moto3.

La gara della classe entrante, inizialmente prevista per le 11, scatterà alle 11:40 e vedrà la sua distanza accorciata da 20 ad appena 13 tornate, ovvero garantendo così i due terzi della durata utili a garantire il punteggio pieno.

Rimane di 21 giri invece la gara della Moto2, che però scatterà alle 12:40, quindi con 20 minuti di ritardo rispetto al programma iniziale che voleva il via alle 12:20.

Tutto invariato invece per la classe regina, per la quale i semafori si spegneranno regolarmente alle ore 14 per un gara di 23 giri come da programma.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP , Moto2 , Moto3
Evento GP d'Aragon
Circuito Motorland Aragon
Articolo di tipo Ultime notizie