La MotoGP correrà solo in Europa e terminerà a Portimao

La FIM ha rivelato la penultima versione del calendario del Mondiale MotoGP, con le 13 gare già confermate ed un'ultima che si terrà presumibilmente a Portimao.

La MotoGP correrà solo in Europa e terminerà a Portimao

I Gran Premi di Argentina, Thailandia e Malesia, che nella bozza precedente erano ancora in attesa di conferma, sono stati cancellati a causa delle restrizioni di viaggio derivanti dalla pandemia del Coronavirus.

Il campionato di MotoGP, che ha preso il via a Jerez il 19 luglio, con la Moto2 e la Moto3 che invece avevano già corso in Qatar nel mese di marzo, correrà anche il 22 novembre in una location che sarà resa nota il 10 agosto.

In ogni caso, Motorsport.com ha appreso che l'ultima tappa sarà a Portimao, circuito che si presentava come riserva e che ospiterà per la prima volta la MotoGP. Questo riporterà il Portogallo nel Mondiale, otto anni dopo la vittoria del 2012 di Casey Stoner ad Estoril.

Sarà la prima volta dal 1985 che il Mondiale si svolgerà interamente in Europa.

Dopo una serie di cancellazioni e rinvii, la FIM e la Dorna hanno pubblicato un primo calendario di 13 gare a partire da metà luglio, con l'intenzione di rivederlo in un secondo momento.

L'amministratore delegato di Dorna, Carmelo Ezpeleta, ha promesso di rivelare il calendario completo entro e non oltre il 31 luglio, in modo che sia le squadre che i piloti potessero avere delle certezze.

A questo punto, è noto che il numero totale di gare sarà di 14 per la MotoGP e 15 per le altre classi.

Come è logico, l'idea è quella di rispettare l'intero calendario, anche se esiste pure la possibilità che qualcuno dei Gran Premi già confermati possa venire meno a seconda di come si sviluppa la situazione della pandemia.

MotoGP - Calendario 2020

19 luglio

Spain GP di Spagna

Jerez

26 luglio

Spain GP di Andalusia 

Jerez

9 agosto

Czech Republic GP della Repubblica Ceca

Brno

16 agosto

Austria GP d'Austria

Spielberg

23 agosto

Austria GP di Stiria

Spielberg

13 settembre

Italy GP di San Marino

Misano

20 settembre

Italy GP d'Emilia Romagna

Misano

27 settembre

Spain GP di Catalogna

Barcelona

11 ottobre

France GP di Francia

Le Mans

18 ottobre

Spain GP di Aragon

Motorland

25 ottobre

Spain GP di Teruel 

Motorland

8 novembre

Spain GP d'Europa 

Cheste

15 novembre

Spain GP di Valencia

Cheste

22 novembre

Portugal GP del Portugallo*

Portimao

* Da confermare

El Mundial de MotoGP arrancó con la doble cita de Jerez

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda
1/1

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Perché la lotta tra Rossi e Yamaha rispecchia il cambio di rotta

Articolo precedente

Perché la lotta tra Rossi e Yamaha rispecchia il cambio di rotta

Prossimo Articolo

MotoGP 2020: ecco gli orari TV di Sky, DAZN e TV8 di Brno

MotoGP 2020: ecco gli orari TV di Sky, DAZN e TV8 di Brno
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021